Il destino ripaga chi assiste gli altri: aiuta una signora e dopo 24 ore riceve 500 $ di mancia

Il giovane ha aiutato una signora in un supermercato e poi il Karma è entrato in azione!

Una storia che ha quasi dell’incredibile quella accaduta al cameriere texano Kasey Simmons. Il giovane uomo di 34 anni, qualche giorno fa stava facendo la fila in un supermercato di Little Elm. Fin qui nulla di strano, eppure è successo qualche cosa che, col senno di poi, ha cambiato, anche se solo in piccolo, la vita di questo giovane cameriere.

L’uomo, infatti, mentre era in fila ha visto da lontano che un’anziana signora che era in evidente stato di agitazione. Il ragazzo, colto da spirito di generosità, ha chiesto alla signora quale fosse il suo problema e si è ritrovato, in men che non si dica e senza batter ciglio, a pagarle il conto di appena 17 dollari.

Dopo aver pagato la spesa della signora, Kasey molto tranquillamente si è allontanato, non prima di averla salutata. Un gesto indubbiamente gentile e di cuore, a cui però l’uomo non ha dato più di tanto peso.

Tornato al suo lavoro, il ragazzo si è visto recapitare, a qualche giorno di distanza uno scontrino da parte del gestore del locale in cui lavora. Su questo scontrino figuravano 500 dollari di mancia, a fronte di un’irrisoria spesa di soli 0,37 dollari. Inizialmente Simmons e il suo datore non riuscivano a capire chi avesse compiuto un gesto così sconsiderato, ma poi a mente fredda, il cameriere ha capito che ad aver lasciato una tale somma per la mancia era stata la figlia della signora aiutata che, evidentemente, aveva apprezzato davvero molto il gesto del giovane.

Riguardo a tutta la questione il ragazzo ha dichiarato ai giornali locali “Erano solo 17 $ ma non era una questione di soldi ma di dimostrarle che qualcuno si interessava a lei”. Insomma, questo è quel che si dice buon karma.

Solo per aver fatto una buona azione nei confronti di una persona bisognosa, il destino lo ha ripagato davvero bene. Questa storia dimostra che a far del bene agli altri, spesso ci si guadagna.

[fonti articolo: agi.it, huffingtonpost.co.uk, deejay.it, fanpage.it]

[foto: womansworld.com]