0 Shares 11 Views
00:00:00
11 Dec

La bolletta della luce è cara? Ecco perché

Michela Fiori
28 aprile 2014
11 Views
dettaglio costi bolletta luce

Un dossier de La Stampa svela i costi segreti di una bolletta della luce. Se da tempo arrivate a fatica a fine mese e vi chiedete come mai la bolletta della luce cresca progressivamente e incessantemente, il quotidiano torinese vi spiega cosa c’è dietro al conto finale. In barba a mercato e libera competizione, la bolletta della luce ogni due mesi ci presenta un conto salato dovuto solo in parte ai consumi effettivi della corrente elettrica. E sì perché a pesare sulla bolletta sono una serie quasi infinita di tasse, balzelli, oneri, incentivi e sussidi diretti.

Ci troviamo in sostanza a finanziare nostro malgrado interventi vecchi, a volte vecchissimi e società che per andare avanti hanno bisogno di alti consumi di energia (che paghiamo noi). Tra le società a cui dobbiamo pagare le agevolazioni per l’alto consumo di energia c’è, una su tutte, le Ferrovie dello Stato. In linea generale imposte e oneri generali pesano rispettivamente il 13,34% e il 21,43% del costo totale della bolletta della luce. Poco meno del 50% va ai servizi di vendita (la corrente)  e il resto del bottino bimensile viene suddiviso tra trasporto dell’energia, distribuzione locale e gestione del contatore.

Nel conto salato della bolletta della luce paghiamo anche gli incentivi alle fonti rinnovabili: ci costano 93 euro l’anno  ma per il momento non percepiamo il beneficio sperato. Ben 7,44 euro l’anno finiscono invece alle agevolazioni per le imprese manifatturiere a forte consumo energetico e 4,6 euro l’anno li spendiamo per la messa in sicurezza del nucleare e lo smantellamento delle centrali di Trino vercellese, Latina e Caorso. Come abbiamo accennato finanziamo anche in parte il funzionamento delle Ferrovie dello Stato, a loro vanno 300 milioni l’anno, un tesoretto sicuro a cui ogni famiglia contribuisce con 2,18 euro l’anno.

[foto: sostariffe]

Vi consigliamo anche