Origine dei cognomi: consigli e informazioni per la ricerca

Sempre più persone ogni giorno si appassionano alla storia dei cognomi, in particolare del proprio. Ecco alcuni consigli per la ricerca

Non tutti sanno che quella che indaga l’origine dei cognomi – dai più diffusi a quelli rari, dai cognomi desueti a quelli più in voga – è una vera a propria scienza che segue regole ben precise, da rispettare se si vuole risalire alla lontana origine di un cognome.

È bene specificare, inoltre, che si tratta di una ricerca non facile, soprattutto se si tratta di cognomi poco diffusi oppure diffusi solo in una determinata zona d’Italia; lo stesso cognome, poi, a seconda della provenienza geografica può fare capo a più rami familiari diversi: proprio per questo motivo, la ricerca dell’origine di un cognome ha molto a che fare anche con la genealogia di una famiglia.

Può essere molto utile – ma non necessario – fare una ricerca in merito al proprio albero genealogico. Le fonti ufficiali più riconosciute sono quelle che fanno capo al Comune di nascita e ai documenti ufficiali: stiamo parlando di registri anagrafici, questionari relativi ai censimenti e liste elettorati. Com’è facile immaginare, si tratta di fonti difficili da reperire e consultare, visti i tempi biblici della macchina burocratica e il fatto che si tratta per la maggior parte di documenti cartacei, che non sono dunque disponibili online.

Accanto a queste fonti ufficiali, ve ne sono anche di ufficiose come gli elenchi telefonici, consultando i quali è possibile vedere con che frequenza compare un cognome negli anni, risalendo ai cosiddetti “tipi cognominali“, che costituiscono le radici cognominali più diffuse su territorio nazionale. Una fonte molto accreditata, è quella del “Dizionario dei cognomi Italiani” dell’illustre studioso De Felice: frutto di uno studio metodico e approfondito, questo dizionario permette di diventare dei veri esperti nell’origine dei cognomi italiani.

Tuttavia, anche in questo caso, la risorsa più accessibile, economica e veloce (anche se talvolta poco attendibile), resta la rete. Il web, infatti, pullula di siti che riportano numerose informazioni in merito ai cognomi italiani e di siti che addirittura permettono con un semplice click di conoscere storia, diffusione e significato di un determinato cognome. Ciò rende forse la ricerca meno affascinante e foriera di risvolti inaspettati, tuttavia consente di risparmiare tempo e ottenere in ogni caso qualche risultato.

L’importante è che i siti cui ci si affida siano seri e che contengano materiale reale, non semplice fumo negli occhi o interpretazioni fantasiose. Tra i siti web più seri c’è senza dubbio Family Search, che offre un servizio completamente gratuito di cui possono usufruire tutti. Il metodo di ricerca è molto semplice e si basa su un database ricchissimo di cognomi e di dati realmente affidabili. Oltre all’origine dei cognomi, è possibile anche tornare indietro nel tempo alla ricerca dei propri antenati.