Usa, Utah: partorisce e devono pagare 40 dollari per abbracciare il figlio

L'ospedale ha chiesto 40 dollari per il primo abbraccio tra i genitori e il loro neonato

Mettere al mondo un figlio costa sin dal primo abbraccio. Fare un figlio non è facile ed è necessario saper accettare le varie sfide che la genitorialità impone. Certo è che tra tutte queste sembra assurdo dover annoverare anche quella di dover pagare per abbracciare il proprio figlio dopo averlo partorito. Il fatto è accaduto a Spanish Fork, nello Utah, dove alla famiglia Grassley è giunto via posta il conto dell’ospedale e, tra le varie voci di spesa elencate, una su tutte ha lasciato esterrefatti i genitori: quella relativa al pagamento di 39.95 dollari per il primo abbraccio con il figlio dopo il parto (nella foto di copertina è la stringa evidenziata).

La storia. La donna, al termine del parto cesareo, non ha fatto altro che abbracciare suo figlio Samuel. Il papà del piccolo ha così voluto immortalare tale momento con qualche scatto fotografico, in unod ei quali è finito anche lui grazie allo scatto fattod a un’infermiera. Dopo qualche giorno, è arrivata a casa dei neo genitori l’amara ‘tassa’ da pagare per aver scatto qualche foto dopo la nascita di Samuel.

Oltre 4 milioni di persone condividono la storia sui social. I Grassley hanno deciso di condividere sul social tale assurda vicenda: ‘Ho pensato – ha scritto il papà di Samuel – di mettere il conto dell’ospedale su Reddit perché mi sembra una situazione comica’. Un racconto assurdo e comico divenuto virale sul web, visti gli oltre 4 milioni di letture da parte degli utenti. Si può pagare per abbracciare il proprio figlio appena nato?

La replica dell’ospedale: soldi dovuti al personale. Dopo quanto accaduto e la pubblicità negativa che tale storia potesse creare nei confronti dell’ospedale, è intervenuta la portavoce dello Utah Valley Hospital, Janet Frank. La portavoce ha spiegato che l’addebito di quasi 40 dollari fatto alla famiglia Grassley, si è reso necessario in virtù della presenza di personale infermieristico in un momento così delicato quale quello del post parto. Insomma, per garantire la necessaria sicurezza al piccolo e ai suoi genitori, i Grassley hanno dovuto sborsare ulteriori 4o dollari. Ma quel personale non era già presente durante la fase del parto?

(Foto: MisionesOnline)