Eclissi totale di Sole con super Luna mercoledì 9 marzo: info e orari

Fra meno di due giorni nei cieli dell’Oceano Pacifico sarà visibile l’eclissi totale di Sole con super Luna. Dall’Italia si potranno avvistare le “palle di fuoco”…

Nella notte tra martedì 8 e mercoledì 9 marzo sarà visibile nei cieli dell’Oceano Pacifico l’unica eclissi totale di Sole del 2016. L’evento inizierà intorno alle 3 di mattina, ora italiana, e avrà una durata di circa quattro minuti. Un brevissimo lasso di tempo in cui il disco solare sarà completamente oscurato dal transito della cosiddetta “super Luna nera”. La prossima eclissi totale di Sole si verificherà il 21 agosto 2017. Come seguire l’eclissi totale del sole dall’Italia?

Non tutti hanno la possibilità di recarsi in un punto così lontano, dall’Italia, quale è l’Oceano Pacifico. Per seguire l’eclissi di Sole in diretta dal nostro paese si stanno organizzando diverse iniziative via web. Sono molti i siti dedicati all’astronomia che permetteranno di seguire l’eclissi in modalità streaming, comodamente sul proprio smartphone, tablet o pc. La Nasa permetterà di seguire l’eclissi attraverso una diretta web dalle ore 2 di notte (ora italiana). I ricercatori dell’agenzia governativa del programma spaziale degli Usa sono già sul posto per comprendere la parte più interna dell’atmosfera solare.

Gli scienziati vogliono studiare la corona solare e per farlo approfitteranno dei tre minuti di buio totale per scattare immagini a raffica. Questa, come spiega l’astrofisico Gianluca Masi, “sarà l’unica eclissi totale del 2016 e si verificherà con la complicità della prima “super luna” dell’anno, una luna nuova che si troverà vicina al punto di minima distanza dalla Terra: per questo il suo disco apparirà più grande e agevolerà l’eclissi, oscurando meglio il Sole”. Masi è il responsabile del Virtual Telescope.

Le palle di fuoco visibili anche dall’Italia. Non c’è solo l’eclissi totale di sole da vedere, soprattutto se si è in Italia e il fenomeno non sarà purtroppo visibile,s e non con la diretta streaming via web. Ci si potrà però consolare con l’avvistamento delle “palle di fuoco” che, pochi giorni fa, si sono rese visibili sui cieli della Scozia: “I bolidi – come spiega Ettore Perozzi, del Centro di coordinamento sui Neo (Near Earth Objects) dell’Agenzia Spaziale Europea – sono dei mini asteroidi, grandi pochi metri, che entrano nell’atmosfera terrestre e bruciano, generando una colorata scia luminosa”. Un evento, prosegue Perozzi, “piuttosto frequente e in genere non pericoloso. E’ raro che siano così grossi da non disintegrarsi del tutto in atmosfera finendo al suolo come meteoriti: se ne conoscono solo 15 nel mondo che hanno sfondato tetti di case”.

(Immagine: www.iozummo.com)