In arrivo Catalina, la cometa di Natale

La cometa è già visibile ad occhio nudo nelle ore che precedono l’alba ma tra qualche settimana apparirà anche nelle ore serali

Catalina è già visibile dall’Italia. Come ogni anno, da due anni a questa parte, ecco arrivare con il Natale la cometa C/2013US10, scoperta da R.A. Kowalski, scienziato del Catalina Sky Survey, il 31 ottobre 2013.

Il suo nome viene proprio dal Catalina Sky Survey, un progetto di ricerca condotto dal Lunar and Planetary Laboratory dell’Università dell’Arizona. Il progetto è volto alla ricerca di comete, asteroidi e oggetti Near-Earth (NEO), la cui orbita può intersecare quella della Terra. Catalina è già visibile ad occhio nudo, seppur debolmente, nelle ore che precedono l’alba ma tra poche settimane apparirà anche nelle ore serali.

Le notti di Natale baciate dal bagliore di Catalina. L’astrofisico Gianluca Masi, del Virtual Telescope, afferma che tra poche settimane la cometa sarà visibile anche nelle ore serali e potrà così illuminare le feste di Natale.

In maniera graduale la cometa anticiperà la sua comparsa nel cielo fino ad essere visibile nelle ore serali, toccando a metà gennaio 2016 la sua massima luminosità, pari ad un magnitudo di 5,5. L’osservazione di Catalina può avvenire con un semplice binocolo o partecipando ad uno dei vari eventi organizzati a livello territoriale dai gruppi  dell’Unione Italiana Astrofili (UAI). Il Virtual Telescope organizzerà anche delle dirette.

Il primo gennaio 2016 la cometa passerà vicino ad Arturo, una delle stelle più luminose del cielo. Lo spettacolo è assicurato, basta volgere gli occhi al cielo stellato!

(Immagine: ansa.it)