Bonus bebè, bonus anziani e bonus disabili: requisiti, come e quando fare domanda

Oltre il bonus bebè, per il quale si è in attesa del decreto attuativo, il governo ha introdotto un bonus per l’assistenza ad anziani e disabili

Bonus bebè, un sostegno alla famiglia. Nella legge di stabilità 2015 è stato inserito, tra le azioni a sostegno della famiglia, il bonus bebè. È una misura che consente alle famiglie con figli nati dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, di beneficiare di un assegno mensile di ottanta euro finché il bambino non compia tre anni di età. L’assegno si potrà ottenere anche in caso di adozione del bambino, sempre che abbia un’età inferiore ai tre anni e si rispetti lo stesso periodo sopra riportato.

Indicatori per poter rientrare tra i beneficiari. Ai fini della possibilità di ricevere tale beneficio, è importante che l’indicatore del reddito della famiglia (ISEE), non superi i 25 mila euro lordi annui. Nel caso la fascia di reddito familiare dovesse essere inferiore ai 7 mila euro lordi annui, l’importo dell’assegno raddoppia da 80 a 160 euro, fino ad un massimo di 1920 euro annui. Possono richiedere il bonus le donne italiane, le donne di nazionalità appartenente all’Unione Europea e residenti in Italia e le donne extracomunitarie in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Quando è possibile fare la domanda? La domanda si presenterà all’Inps in modalità telematica ma, per ora, non è ancora possibile presentarla in quanto l’Istituto è in attesa di ricevere il decreto attuativo relativo alla legge di stabilità. In alternativa si può presentare la domanda ai Centri di Assistenza Fiscale (CAF) oppure ai patronati che si prenderanno cura di inviare per proprio conto la domanda all’Inps.

Bonus per l’assistenza di anziani e persone disabili. Oltre il bonus bebè il governo ha predisposto, a partire dal 2 febbraio, la possibilità di richiedere un bonus mensile per anziani non autosufficienti e disabili con handicap gravi. L’importo varia da un minimo di 200 euro e un massimo di 1.200 euro al mese e verrà erogato in via sperimentale dal 1° marzo 2015 al 30 novembre 2015. Può essere richiesto da lavoratori dipendenti e pensionati del settore pubblico non autosufficienti o che assistono in casa persone non autosufficienti o con disabilità grave.

Quanto dura? Il bonus rientra nella campagna “Home Care Premium (HCP), si ottiene sulla base di un punteggio che indica la gravità della malattia. Anche in questo caso la richiesta va presentata in via telematica all’Inps o attraverso la propria pagina personale accedendo con il Pin, o rivolgendosi a professionisti di settore entro il 27 febbraio alle ore 12.00. Per effettuare la richiesta è necessario aver inviato, in via preliminare, la DSU all’Inps (con le nuove modalità in vigore dal 2015).

(Immagine: messina.newsgo.it)