Telecom Italia diventa TIM: cosa cambia per i vecchi e i nuovi clienti

Rivoluzione in casa Telecom Italia: il brand cambia nome e aggiorna i servizi per la clientela. Ecco cosa cambierà per gli utenti in futuro

Dal 1° maggio 2015, Telecom Italia e TIM si fondono in un unico operatore che fornirà servizi di telefonia fissa, mobile ed internet. Già da tempo sulle offerte dei colossi telefonici è sparita la distinzione delle tariffe verso operatori diversi ed è stata eliminata la tariffazione per fasce orarie o per aree territoriali. Ora, quella che si chiamerà TIM proverà a fare sarà aggiornare le sue proposte e, per gli utenti, portare qualche cambiamento sui piani telefonici, come preannunciato anche nelle ultime bollette alla voce Comunicazioni importanti.
Cosa cambia

Abbandonata da tempo l’idea dell’addebito a consumo, quello che si profila in futuro è la tendenza a fornire pacchetti flat, in cui siano già inclusi nel prezzo:
– consumi illimitati sia verso numeri nazionali che cellulari
– abbonamento fisso (canone)
Inoltre, per prassi, la tariffazione e l’addebito non saranno più su base bimestrale ma mensile.

 

I piani di TIM per la casa

Le due proposte che dal 1° maggio saranno in vigore saranno solo due:
TUTTO  VOCE – con chiamate illimitate verso tutti i fissi e i cellulari nazionali di tutti i gestori, senza scatto alla risposta e senza alcun costo al minuto e abbonamento alla linea di casa, a soli 29 euro al mese, per coloro che non hanno attivo o che non desiderano avere un servizio ADSL a traffico illimitato

TUTTO –  ADSL senza limiti fino a 7 Mega, chiamate illimitate verso tutti i fissi e i cellulari nazionali di tutti i gestori, senza scatto alla risposta e senza alcun costo al minuto e abbonamento alla linea di casa a soli 44,90 euro al mese, per coloro che hanno attivo un servizio ADSL a traffico illimitato.

 

Cosa devono fare i clienti

I milioni di clienti Telecom Italia con un abbonamento voce + dati, automaticamente migreranno verso la formula Tutto. Per coloro che invece hanno in corso un piano telefonico per le sole chiamate ricadranno nell’altro ed unico piano alternativo, quello denominato Tutto Voce.
Poco o nulla cambia per gli utenti se sono loro a decidere di non modificare nulla. In caso contrario, TIM informa sul suo sito istituzionale come procedere al cambio di piano o addirittura come recedere e passare ad altro operatore (sempre con comunicazione scritta). Per chi invece è cliente da oltre 10 anni ci sono alcune operazioni Fidelity da scoprire anche online.

[foto: news.fidelityhouse.eu]