Dichiarazioni redditi: arriva il 730 precompilato

Arrivano novità in tema di dichiarazione dei redditi: il governo pensa a un 730 precompilato

Dal prossimo anno milioni di contribuenti si vedranno recapitare a casa il modello 730 precompilato. Chi ogni anno è alle prese con la dichiarazione dei redditi sa benissimo cosa vuol dire essere alle prese con la burocrazia: file interminabili, appuntamenti presi settimane prima e incastrati in orari impossibili, carte e scartoffie da ritrovare, Cud e spese mediche da controllare e consegnare. Uno stress vero e proprio che coinvolge ogni inizio estate anche gli addetti al settore coinvolti: commercialisti e Caf, i centri di assistenza fiscale. Per alleggerire il sistema burocratico e semplificare la vita di tutti al Governo hanno pensato di istituire il 730 precompliato.

Ma chi lo riceverà? Ovviamente nella fase di avvio non saranno coinvolti tutti i contribuenti. Per iniziare si partirà dai dipendenti pubblici e i pensionati, solo in un secondo momento saranno coinvolti tutti i lavoratori dipendenti. I primi contribuenti coinvolti dunque si vedranno recapitare direttamente a casa il modello della dichiarazione dei redditi, precompilato con tutte le informazioni in possesso del Fisco, dai dati anagrafici alle cifre riportate nel Cud, fino alle detrazioni per i familiari a carico e ai dati relativi agli immobili o ai beni dati in locazione. Nei modelli 730 saranno presenti anche i dati relativi a pensione e stipendio, al cittadino spetterà solo di inserire le detrazioni: spese mediche, mutui, ristrutturazioni.

In base alle ultime indiscrezioni circolate il modello verrà depositato nel “cassetto fiscale”, lo spazio su internet dell’agenzia delle entrate a cui accedere con una password. Ci sarà  però anche la possibilità di consultare il documento attraverso il “sistema bancomat”.

[foto: expoitalyonline]