Tasse, Renzi assicura: presto il taglio di Imu e Tasi

Il taglio delle tasse è il tema del momento sulla scena politica. Il Premier Renzi annuncia: entro tre anni via Tasi, Imu, Ires e Irpef.

Matteo Renzi a Porta a Porta ieri sera non ha lasciato spazi a dubbi: il taglio delle tasse avverrà e presto.

Dopo il richiamo dall’UE perché il Governo italiano si concentrasse maggiormente sul costo del lavoro e le spese dello Stato, il premier ha fatto dell’annoso tema delle imposte il suo argomento di battaglia negli ultimi tempi, ribadendo che non sarà Bruxelles a decidere su una questione che – fra i programmi del presidente del Consiglio – resta invece fra le priorità.

Le casse dello Stato, come si sa, non sono in buona salute. Eppure Renzi ha da qualche giorno fissato il giorno del famoso funerale della tassa sulla prima casa e pare sia fissato ormai per il giorno 16 dicembre, quando scadrà l’ultima delle rate previste per l’anno fiscale in corso.
Ma dove potranno attingere denaro i Comuni, allora, già provati da uscite che penalizzano servizi per i cittadini per affrontare il 2016?

Daremo ai primi cittadini un assegno corrispondente al taglio dell’Imu e della Tasi. Quello che togliamo ai Comuni lo restituiamo paro-paro, non è che poi aumentano le tasse – ha dichiarato il premier – Su questo mi impegno, assolutamente.

E non finirebbe qui.
Per il 2017 ed il 2018 la prospettiva renziana punta ad eliminare anche e rispettivamente Ires ed Irpef, come in parte sognava di poter fare anche qualche Governo in passato. La scommessa è sempre quella: ripartire. Nel salotto della prima rete televisiva il presidente del Consiglio ha sottolineato che il segno meno del PIL non ci lasciava da tre anni. Come annunciava il ministro Padoan qualche giorno fa, ora infatti siamo ad oltre lo 0,7%.

[Foto: Horsemoonpost.com]