Calcolo pensione 2014: i requisiti Inps da non sottovalutare

Per calcolare la pensione e controllare i propri requisiti basta controllare poche semplici cose, eccole

Sapere esattamente come effettuare il calcolo della pensione può essere un buono strumento per sapere come muoversi in attesa che dal governo giungano nuovi provvedimenti.

Partiamo dai requisiti richiesti dall’Inps per l’accesso alla pensione anticipata. Ad oggi servono 42 anni e 6 mesi di contributi agli uomini e 41 anni e 6 mesi alle donne, requisiti Inps che sono destinati ad inasprirsi col passare del tempo in considerazione dell’aumento delle aspettative di vita.

Per quanto riguarda la pensione di vecchiaia invece la fascia d’età varia a seconda del proprio settore lavorativo. Per le dipendenti statali servono 66 anni e 3 mesi, alle lavoratrici autonome 64 anni e 9 mesi e alle dipendenti private 63 anni e 9 mesi. Per gli uomini invece nessuna differenza: devono aver raggiunto 66 anni e 3 mesi. Per effettuare il calcolo della pensione in questo 2014 potete utilizzare calcolatori online forniti da Il Sole 24 Ore, Mio Job, Repubblica, Irpef.Info e la Giornata Nazionale della Previdenza.

Per sapere se si è in possesso dei requisiti necessari bisogna inserire nei form di calcolo alcuni dati come età, sesso, settore lavorativo e alcune informazioni simili. Per i lavoratori statali e privati il calcolo della pensione può includere anche le posizioni di previdenza integrativa, per inserire tali informazioni uno dei calcolatori più efficienti è quello fornito dal Sole 24 Ore.

Gli statali per calcolare la propria pensione devono far riferimento alle novità introdotte dalla recente riforma PA che ha introdotto l’abolizione del trattenimento in servizio e, per alcune categorie di dipendenti pubblici che hanno raggiunto quota 65 anni, l’introduzione del pensionamento di ufficio.