Calcolo Pensioni, arriva il simulatore Inps: come funziona e cosa cambia da maggio

L’operazione, fortemente voluta dal presidente Tito Boeri, permetterà a 18 milioni di lavoratori di avere informazioni sulla pensione futura

Da maggio operativo il simulatore Inps: è un bene o un male? Forse non a tutti piacerà sapere a quanto ammonterà, in futuro, il proprio assegno pensionistico. Fatto sta che dal prossimo maggio, richiedendo il pin all’Inps, si potrà accedere alla propria pagina personale tramite il portale web dell’Istituto e vedere così il calcolo del proprio assegno pensionistico futuro. L’operazione si chiama “La mia pensione”.

Come funziona? I primi che potranno verificare il calcolo del proprio assegno saranno gli iscritti al fondo lavoratori dipendenti, alle gestioni autonome e quelle dei parasubordinati. È importante essere in possesso del pin fornito dall’Inps e di almeno cinque anni di contributi versati. I dati potranno essere verificati da maggio dalle persone con meno di quaranta anni, da giugno coloro che hanno meno di 50 anni e di seguito i più anziani.

E per gli altri lavoratori? Dal 2016 l’operazione interesserà anche altre categorie di lavoratori, quali: lavoratori domestici e gli agricoli ed entro la fine dell’anno i dipendenti pubblici (nel complesso saranno accessibili oltre 23 milioni di posizioni).

Come si richiede il pin? Il Pin può essere richiesto tramite il sito dell’Inps, che ne rilascia una prima parte subito e la restante parte la spedisce per posta.

(Immagine: www.newspedia.it)