Novità Pensione anticipata: boom di richieste, ecco i requisiti per fare domanda all’INPS

Nel primo semestre del 2015 sono aumentate le richieste di pensioni anticipate. Ecco i requisiti per uscire prima dal mondo del lavoro.

Aumentano le richieste di pensione anticipata. Nel corso del primo semestre 2015 sono aumentate le domande di pensione anticipata presso l’Inps in regime della legge Fornero. Molti lavoratori, a quanto pare, preferiscono non aspettare un’eventuale riforma del sistema previdenziale italiano, forse anche spaventati dal fatto che le cose possano cambiare in peggio. Al momento resta da vedere se tra le varie ipotesi al vaglio, la spunterà quella del presidente Inps Tito Boeri o quella dell’onorevole Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro.

La proposta di Boeri prevede l’introduzione del calcolo contributivo al fine di permettere al lavoratore di accedere anticipatamente alla pensione, prima dei 66 anni previsti dall’attuale legge. La proposta di Damiano prevede invece un meccanismo di penalizzazioni e incentivi, a seconda se si esca prima o si rimanga di più al lavoro.

La legge Fornero ha modificato l’uscita dal mondo del lavoro, innalzando i requisiti per l’accesso al pensionamento anticipato. L’attuale sistema previdenziale ha introdotto la pensione anticipata al posto della pensione di anzianità, prevista fino al 2011 e che veniva erogata con 40 anni di contributi o con il sistema delle quote.

Ma quali sono i requisiti per accedere alla pensione anticipata?

Uomini: per fare richiesta occorrono 42 anni e 6 mesi di lavoro fino al 31 dicembre di quest’anno mentre dal 2016, tale soglia salirà a 42 anni e 10 mesi di contributi;

Donne:  per le lavoratrici occorrono 41 anni e 6 mesi di lavoro, soglia che, dal prossimo anno, salirà a 41 anni e 10 mesi di lavoro. Le lavoratrici hanno anche la possibilità di ricorrere all’Opzione donna, i cui requisiti valgono fino alla fine del 2015:  57 anni e 3 mesi di età, più 35 anni di carriera per le lavoratrici dipendenti mentre sono necessari 58 anni e 3 mesi di età, più 35 anni di contributi, per le lavoratrici autonome.

(Immagine: www.panorama.it)