Pensione anticipata donne: requisiti e tempi per la domanda

Calendario alla mano, ecco le date da controllare per accedere alla pensione anticipata donne

Sono già 15mila le donne che hanno chiesto la pensione anticipata. L’obiettivo sembra essere quello di uscire in tempo dal lavoro prima che scattino le restrizioni sull’Opzione donna. Stime recenti calcolano che per il 2014 il numero delle donne che ha richiesto il trattamento di pensione anticipata si attesta a 7700, una cifra considerevole soprattutto se considerata in rapporto alle 8846 lavoratrici che hanno chiesto di andare in pensione in anticipo nel 2013 e le 5646 del 2012. I tempi per uscire dal lavoro con la mini deroga voluta da Maroni nel lontano 2004 (e mantenuta in vigore dalla legge Fornero) si accorciano ed è meglio sapere i requisiti e tempi di domanda.

L’opzione donna scade a fine 2014. Le donne che vogliono andare in pensione anticipata dunque devono farsi bene i conti e in caso affrettarsi.

In verità la possibilità di andare in pensione anticipata entro la fine del 2014 riguarda al momento solo le donne del pubblico impiego. Per le lavoratrici autonome infatti i termini sono scaduti il 31 maggio scorso mentre le lavoratrici dipendenti delle aziende private l’opzione donna per la pensione anticipata rimane attiva fino al prossimo 30 novembre. In linea generale i requisiti di base per andare in pensione in anticipo sono l’aver raggiunto i 35 anni di contributi e i 57 anni di età per le lavoratrici dipendenti (diventano 58 per le lavoratrici autonome).

Se rientrate nelle categorie descritte e avete i requisti necessari, il consiglio, visti i continui cambiamenti in atto, è di controllare il raggiungimento dei requisiti.  Dopo aver inoltrato la domanda, bisognerà attendere un anno prima di poter accedere alla pensione anticipata donne.