Pensioni Quota 96 Scuola: tutti in attesa del 23 giugno

Il 23 giugno la Camera discute il testo di legge sugli esodati, presenti disposizioni sulle pensioni per i Quota 96

Il 23 giugno si terra’ l’esame del testo di legge sugli esodati, all’interno sono presenti anche misure per il personale della scuola di “Quota 96“. La questione e’ particolarmente delicata e riguarda la possibilita’ di pensione per 4000 persone. Parole di conforto arrivano da Renata Polverini vice Presidente della Commissione Lavoro.

“La commissione Lavoro ha predisposto un testo che riassume diverse proposte avanzate per tentare di risolvere i danni della Riforma Fornero sui lavoratori esodati e sui cosiddetti ‘Quota 96′. Le parole non bastano più, ma servono azioni efficaci e praticabili. Superare la riforma Fornero non è solo possibile – ha affermato la Polverini – ma assolutamente necessario soprattutto in un momento particolare come quello che stiamo vivendo in cui la disoccupazione ha raggiunto livelli altissimi e in cui arrivano segnali di ripresa molto deboli sia per le famiglie che per le imprese.

E’ necessario concentrarsi sulla reintroduzione della flessibilità nel sistema previdenziale per sanare le ingiustizie evitando di inseguire improbabili soluzioni e senza continuare a giocare sulla pelle di quegli italiani che fanno fatica ad arrivare a fine mese”. Appesi al filo ci sono i destini di 4mila persone senza stipendio e senza possibilità, di andare in pensione, i cosiddetti quota 96 (numero dato dalla somma di eta’ anagrafica e anni di contributi versati).

L’intervento dedicato al personale della scuola si inserisce all’interno della più ampia riforma delle pensioni 2014 che deve farsi carico anche della questione esodati. Una bella sfida dunque per Renzi, Madia e Poletti, e un motivo di speranza per tutti quei lavoratori, esodati e Quota 96 in attesa di una pensione, meritata.

[foto: lettera43]