Riforma della pubblica amministrazione: le novita’

La riforma della Pubblica Amministrazione inizia a prendere forma, ecco le novità in attesa del testo

Continua l’iter per la riforma della Pubblica Amministrazione. Oltre alla legge delega il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha firmato i testi Renzi e Madia dividendola in due decreti. Pur non stravolgendo in maniera sostanziale la situazione di fondo. Nella legge delega rimangono i punti portanti della riforma come il prepensionamento mentre all’nterno dei due decreti vengono inserite l’esonero, i tagli ai permessi, la mobilita’.

Sono al momento ancora incerti i tempi di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Tra le novita’ della riforma della Pubblica Amministrazione dovrebbe essere inserito anche il tema dei permessi sindacali che dovrebbero essere dimezzati. Il dimezzamento pero’ dovrebbe saltare agosto e passare direttamente a settembre.

Non solo riforma della Pubblica amministrazione. Sono in arrivo novità anche per il Fisco. Dopo catasto e 730 arriva anche il rinnovo di Equitalia. L’agenzia potrebbe in un futuro non molto lontano, fornire anche assistenza e non essere solo un ente di riscossione. Per quanto riguarda il bonus Irpef tra settembre e ottobre, il governo potrebbe riprendere il bonus Irpef di 80 euro per estenderlo, come già proposto, anche agli incapienti e alle famiglie monoreddito con figli.

Possibile anche uno sgravio Irap del 10% per le imprese. Il ministro dell’Economia Padoan mira poi a “rendere più equo l’onere del prelievo fiscale. La necessita’- spiega- e’ tenere conto delle difficoltà dei contribuenti onesti. E perchè un fisco equamente distribuito, come quello che emergerà attraverso l’attuazione della delega fiscale, consentirà di affrontare meglio questo momento”.