Riforma pensioni 2014, Renzi: Quota 96 pronti alla lotta

Si annuncia una fine estate torrida per il governo, i Quota 96 preparano manifestazioni contro la riforma delle pensioni

La riforma delle pensioni rappresenta per Renzi un nodo intricatissimo da sciogliere. Gli interessi in ballo sono molti, a partire da quelli degli esodati, dei Quota 96 e per ultima la pensione anticipata degli statali. Uno dei problemi ancora irrisolti nonostante gli sforzi però è proprio la questione dei Quota 96 scuola.

Si tratta di circa 4mila insegnanti che a causa degli effetti della riforma Fornero si sono visti costretti a rinunciare alla pensione e a rimanere in servizio ancora per un anno. Per mesi la questione ha riempito pagine di giornali e bocche di parlamentari ed esponenti del governo, lasciando presagire una soluzione positiva e condivisa. A inizio estate però è arrivata la doccia fredda per gli insegnanti che hanno visto il governo negare le coperture necessarie (non c’erano i fondi) alla loro pensione. Passato un mese o poco più dalla brutta notizia però i Quota 96 hanno deciso di organizzare di nuovo la lotta e preparano per fine agosto una manifestazione per fine agosto.

Gli insegnanti del comitato Quota 96 si daranno appuntamento il prossimo 29 agosto 2014 in pazza S.S. Apostoli a Roma per una manifestazione di protesta contro l’inattività del governo nei confronti del loro problema. Qualche spiraglio per i docenti costretti a rimanere ancora in cattedra però potrebbe arrivare con il prossimo Consiglio dei ministri. Sul piatto c’è la nuova riforma della scuola messa in atto dal ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Chissà che questa nuova riforma porti con sé soluzioni definitive per i Quota 96 e metta in condizione gli insegnanti (precari e no) di andare in pensione nei giusti tempi, e con la giusta retribuzione.