Riforma pensioni 2015 Governo Renzi ultime novità: esodati, Padoan apre alla flessibilità

Il ministro dell’Economia fa un’apertura alla flessibilità in uscita e agli esodati nella prossima Legge di Stabilità

Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan apre alla flessibilità. Se i conti si manteranno in equilibrio, la flessibilità sarà inserita nella prossima Legge di Stabilità. Ad aprire su questo tema è il ministro Padoan nel corso di un suo intervento in Parlamento: “Il governo – ha affermato Padoan – è impegnato ad analizzare la questione a partire dalla legge di Stabilità e compatibilmente con il quadro di finanza pubblica”. Se i conti saranno in ordine sarà possibile introdurre una modifica della riforma Fornero al fine di favorire la flessibilità in uscita di cui tanto si discute in questi ultimi mesi. I lavoratori potrebbero così lasciare il loro posto di lavoro in anticipo rispetto ai requisiti stabiliti dalla Fornero, pur subendo una qualche forma di penalizzazione degli assegni.

Il ministro ha ribadito che ogni cambiamento del sistema pensionistico deve essere  “attentamente valutato tenendo conto delle implicaizoni per i conti pubblici”. Sebbene la partita non sia facile, questo nuovo intervento del ministro lascia sperare che già nella prossima Legge di Stabilità, possa esserci spazio per prime forme di flessibilità in uscita. La prossima Finanziaria per l’anno 2016 dovrà essere presentata in Parlamento entro la metà ottobre. Il tempo per sapere se e come verrà inserità tale modifica è davvero poco e bisognerà vedere a quanto ammonterà l’eventuale penalizzazione sugli assegni pensionistici. Si parla di meccanismi tecnici che potrebbero portare a decurtare i trattamenti fino al 15 per cento ma con il requisito anagrafico abbassato da oltre 66 a 62 anni.

Esodati, in arrivo la soluzione definitiva? Su questo tema, Padoan ha affermato che il governo si sta impegnando per verificare se ci siano le risorse per un intervento definitivo di salvaguardia. Ecco il passaggio dell’intervento del ministro dedicato agli esodati: “Il Governo si impegna ad accertare le risorse per un nuovo definitivo intervento di salvaguardia (…) e a cercare soluzioni per il recupero delle economie degli esercizi pregressi e il relativo utilizzo per gli esercizi successivi previa compensazione sui saldi di finanza pubblica nel rispetto degli obiettivi programmati”.

(Fonte: www.repubblica.it)

(Immagine: www.lanotiziagiornale.it)