Riforma pensioni 2015 ultime novità, Renzi: “Nessuno stop, non siamo nemmeno partiti”

Il premier parla anche del tema pensioni e legge di stabilità durante l’intervista di Porta a Porta e riaccende qualche speranza

Riforma pensioni sì, riforma pensioni no? Un’intervista a tutto tondo quella rilasciata dal presidente del consiglio Matteo Renzi, nel salotto Rai della trasmissione “Porta a porta” di Bruno Vespa. Il premier ha parlato di argomenti importanti quali tasse (Imu e Tasi), Sud, immigrazione, Isis e Siria, deficit e fiscal compact, riforma costituzionale e, non è mancato, anche il tema delle pensioni e della legge di stabilità.

“Sulle pensioni non siamo nemmeno partiti”. Renzi ha voluto sconfessare quanto pubblicato in questi ultimi giorni, ovvero le voci che da Palazzo Chigi facevano trapelare un eventuale stop alla flessibilità in uscita dal mondo del lavoro. Il premier, al riguardo, ha detto: “Leggo che ci siamo fermati sulla flessibilità pensionistica ma non siamo nemmeno partiti, per un principio di buon senso: si annuncia una cosa sulle pensioni quando si è sicuri di farla, spererei di farlo comunque nelle prossime settimane o nei prossimi mesi, io sono fiducioso su questo” (fonte: repubblica.it). Per ora, quindi, non sembra ci sia uno stop ma solo, ad ascoltare le parole del premier, la volontà di avere le necessarie coperture per fare qualsiasi tipo di intervento in materia pensionistica.

Renzi ha poi aggiunto qualche considerazione anche sul tipo di intervento: “Oggettivamente dobbiamo trovare un meccanismo per cui chi vuole andare un po’ prima in pensione prendendo un po’ meno soldi possa andarci. Ora dobbiamo vedere quanto prima e quanti soldi. Sono ottimista ma per lo Stato deve essere a somma zero”.

(Immagine: www.vnews24.it)