Riforma Pensioni Governo Renzi, Treu: rivedere legge Fornero

Il Commissario Straordinario dell'Inps Tiziano Treu in tema di riforma pensioni propone maggiore flessibilità in uscita

Per Tiziano Treu il governo in tema di riforma pensioni dovrebbe rimettere mano alla Legge Fornero e garantire una maggiore flessibilità in uscita ai lavoratori. Il Commissario Straordinario dell’Inps ha espresso la sua posizione in un commento in merito al referendum indetto dalla Lega Nord per abrogare la legge Fornero sulle pensioni.

Per Treu dunque la Legge Fornero ha margini di miglioramento soprattutto in termini di flessibilità in uscita dal mondo del lavoro. “Ci sono varie opzioni, anche far pagare un po’ l’uno e un po’ l’altro- ha commentato Treu a chi gli chiedeva da chi doveva essere pagata la flessibilità – L’Inps, comunque, e’ impegnato a collaborare a qualche miglioramento” della riforma Fornero. Sulla questione si deciderà dopo la Legge di Stabilità, ma secondo me – ha concluso il Commissario Straordinario Inps – dovrebbe essere uno degli impegni dell’anno prossimo”.

In merito alle polemiche sul fatto che una volta nominato presidente dell’Inps accumulerebbe pensioni e stipendi per cifre impensabili per un cittadino comune ( prenderebbe il relativo stipendio Inps, la pensione da professore universitario e il vitalizio da parlamentare), Treu ha risposto: “Sono abbastanza ricco, posso rinunciare al compenso.Quando sarò presidente darò un segnale al Paese”. Nulla di nuovo sotto al sole dunque, in tema di riforma pensioni i lavoratori devono seguire i “dettami” presenti nella Legge Fornero che allunga l’età lavorativa e prolunga i tempi per l’accesso alla pensione: con buona pace di esodati, lavoratori precoci e Quota 96.