Riforma pensioni: tesoretto per esodati, poveri, scuola e non solo

Da cosa nasce questo "tesoretto" del Governo? Ecco le proposte sulle possibili categorie che potrebbero beneficiare del capitale inatteso

Se è vero che il tesoretto offerto dal Ministro Pier Carlo Padoan di quasi 1,6 miliardi di euro è davvero disponibile, nell’ambito delle Riforme previste dal Governo non c’è che l’imbarazzo della scelta per trovare a chi destinarlo.

Ma da cosa nasce questo “tesoro” di cui si ha notizia solo da qualche tempo?

E’ il semplice risultato tra due stime previsionali. Se da un lato si temeva inizialmente meno crescita, dall’altro alla conta dei fatti la stima che ritorna sul Pil sorprende con le stime più aggiornate e positive (ovvero +0,7% anziché +0,6%). Un decimale che rincuora ma che secondo altri, è solo funzionale alla vigilia di alcune elezioni regionali.

Strategia o anche “arma di distrazione di massa” come definita da Fabrizio Forquet (Sole 24 Ore), potrebbe essere insomma una fortunata coincidenza: da qui la richiesta iniziale di Susanna Camusso di avere traccia ufficiale del capitale in esubero per poter solo poi considerare – con le altre parti – verso quali categorie sociali sia più giusto impiegarlo.

Da quando ne è giunta notizia, infatti, il secondo interrogativo che più ricorre nella classe politica è a chi destinarlo.
Come sostegno alla riforma della buona scuola, a supporto di un eventuale allargamento delle categorie destinatarie del bonus da 80 euro mensili, o da includere nelle manovre che delineeranno la riforma delle pensioni o, come accennato in primo tempo, a favore degli esodati che pagano oggi i conti della Legge Fornero: le candidature non mancano per spendere quell’avanzo che nessuno – in tempi così critici – si aspettava.

Matteo Salvini si aggiunge al coro e propone con il fondo di togliere l’IMU sui terreni agricoli, mentre Brunetta e Gasparri diffidano dell’esistenza di tale capitale. Quello che è certo è che il tesoretto resta l’oggetto di discussione politica al momento e, se si comincia a pensare di spalmarlo su troppi fronti, potrebbe perdere in ogni caso la sua reale consistenza.

[foto: lanotiziagiornale.it]