Riforma pensioni, assegno sociale donne, requisiti 2015: il punto della situazione

Novità anche per l’assegno sociale i cui criteri restano immutati per il 2015 ma dal prossimo anno saranno aggiornati in base all’aspettativa di vita

L’assegno sociale ha sostituito quella che fino al 1995 si chiamava pensione sociale. È una prestazione economica erogata, a domanda, dall’Inps a tutti i soggetti che hanno raggiunto i 65 anni e tre mesi e si trovano in condizioni economiche molto disagiate. È una misura introdotta per aiutare tutti coloro che non abbiano maturato i requisiti necessari a richiedere una pensione contributiva durante la loro vita lavorativa e che non siano in possesso di altre fonti di reddito utili a garantirne il sostentamento.

I requisiti per richiederla: reddito basso, cittadinanza italiana, residenza effettiva sul territorio nazionale. Oltre l’età, è necessario non essere in possesso di fonti di reddito superiori a 5.818,93 euro annui (per coloro che non sono sposati) o di 11.499,80 annui (se si è sposati). È bene poi tener presente che la pensione sociale non è compatibile con altri trattamenti previdenziali Inps (pensione di invalidità, assegni reversibili del coniuge defunto).

Nel caso un soggetto sia percettore di altre pensioni erogate dall’Inps, sarà chiamato a scegliere tra i vari trattamenti quello economicamente più favorevole. Inoltre si deve essere in possesso della cittadinanza italiana o di uno degli stati membri della comunità europea e avere la residenza sul territorio nazionale da almeno dieci anni.

Per i cittadini stranieri comunitari è necessaria l’iscrizione all’anagrafe del comune di residenza mentre per i cittadini extracomunitari la titolarità del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno).

A quanto ammonta l’importo mensile dell’assegno? L’importo dell’assegno di pensione sociale INPS viene aggiornato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ogni anno, adattandolo all’aumento del costo della vita. Attualmente, l’importo dell’assegno di pensione sociale è di 447,61 euro mensili per coloro che vivono soli e di 663,45 euro mensili per chi ha un familiare a carico.

Cosa cambia dal 2016? Dal prossimo anno anche la pensione sociale si adeguerà a quanto previsto dalla legge Fornero, ovvero alle stime sull’aspettativa di vita. Saranno richiesti infatti quattro mesi in più, ovvero 65 anni e 7 mesi. Con l’aumento delle persone a carico, viene incrementato l’importo dell’assegno.La pensione sociale viene corrisposta ogni mese; a dicembre una tredicesima mensilità extra. Per saperne di più: www.inps.it

(Immagine: www.trend-online.com)