Sciopero trasporti 12 dicembre: orari, modalità e disagi

Come preannunciato, venerdì 12 dicembre si fermano i trasporti aerei, marittimi, ferroviari e pubblici locali per lo sciopero nazionale.

L’Italia si ferma per il preannunciato sciopero generale venerdì 12 dicembre.

Scuole per la maggior parte chiuse così come gli uffici pubblici, anche i collegamenti in tilt per l’agitazione che coinvolge i lavoratori di aziende pubbliche e private aderenti a diverse associazioni nazionali sindacali, tra cui CGIL , UIL, UGL oltre ad molte sigle di settore.

Trasporti pubblici, ferroviari ed aerei sospesi durante la giornata, secondo modalità differenti e in base alla tipologia.  Per il settore aereo in generale ci saranno disagi fra le 10 e le 18 ed in particolare Alitalia ha già annunciato che i dipendenti si asterranno dal lavoro dalle 12 alle 16.

Dalle 9 alle 17 ferme le navi traghetto mentre sono quattro ore quelle in cui sciopereranno gli addetti al trasporto pubblico locale: a Roma, per i mezzi pubblici urbani, le fasce orarie interessate dall’astensione andranno  dalle 9 alle 13 per i collegamenti gestiti dall’ATAC, mentre quelli della Cotral sono sospesi dalle 12,30 alle 16.30.

Il blocco dei mezzi a Torino e Genova invece sarà dalle 9 alle 17 mentre a Bologna dalle 9.30 alle 16.30. Disguidi anche a Milano dove l’ATM informa che lo sciopero, riguardante i lavoratori dei mezzi pubblici di superficie come quelli della metropolitana, partirà dalle ore 19 al termine dell’orario di lavoro.

Coinvolto poi anche il traffico ferroviario a carattere nazionale e locale: tutti i lavoratori e le lavoratrici aderenti all’Or.S.A. di NTV, Trenitalia e Trenord sospenderanno infatti l’attività dalle 9 alle 17 (maggiori informazioni a riguardo sono sui rispettivi siti).

Ma non è tutto: nel settore ferroviario in particolare ci saranno altri disagi per ulteriori scioperi, già proclamati ufficialmente ed indicati anche sul sito del Ministero previsti anche dalle 21 del 13 alle 21 del 14 dicembre. Solo alcuni collegamenti sostitutivi sono comunque previsti e garantiti per legge, anche a livello locale (secondo un elenco pubblicato qui), mentre tutte le novità in proposito sono anche sull’account Twitter delle Ferrovie.

[foto: ilFattoquotidiano.it]