Sciopero Trenitalia e Trenord 14 e 15 marzo 2015

Disagi nel week end sulle linee Trenitalia e su quelle di Trenord. Nessuna fascia di garanzia e pochi collegamenti sostitutivi

Week end con non pochi disagi previsti per i passeggeri che abitualmente utilizzano le linee di Trenord e Trenitalia. Dalle ore 21 di sabato 14 alle 21 di domenica 15 marzo infatti è stato proclamato uno sciopero da entrambe le aziende, compromettendo la circolazione sulle rispettive ferroviarie. La circolazione sarà sospesa e non garantita come vogliono le sigle sindacali CAT e USB-Lavoro Privato che hanno proclamato tale sciopero.

A parte le fondamentali navette sostitutive garantite tra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino, sul sito di Trenitalia viene elencato un numero di corse su tratte nazionali completamente cancellate nella giornata di sabato, o con limitazioni rispetto alle normali fermate previste da intercity o altri tipi di treni (sono escluse infatti Le Frecce) in partenza poche ore prima dello sciopero.  E Trenord aveva invece dichiarato da tempo che nelle giornate di sciopero sarebbero stati sospesi i collegamenti aeroportuali Milano Cadorna Milano Centrale-Milano P.ta Garibaldi-Malpensa Aeroporto, Malpensa Aeroporto-Bellinzona e i treni a lunga percorrenza serviti abitualmente dalla società ferroviaria.

Trattandosi poi di un’agitazione in una fascia oraria che coinvolge giornate prefestive e festive, non sono necessariamente garantiti nemmeno i collegamenti sostitutivi o fasce orarie di garanzia entro cui i passeggeri possono ottimizzare gli spostamenti. Un motivo in più di disagio a chi si sposta fra città periferia considerato ad esempio che le linee Trenord sono il circuito maggiormente utilizzato nell’hinterland milanese ma anche per collegamenti extra-provinciali in Lombardia, in forte uso anche durante il week end specie da e per l’aeroporto internazionale di Malpensa. Si salveranno solo coloro che sulle linee della Trenord riusciranno ad arrivare entro le 22 di sabato 14.

[foto:  Radiolombardia.it]