No al razzismo: pornostar gira film hard con soli immigrati

Valentina Nappi, pornostar campana ha deciso di sfidare il razzismo della Lega con un video hard con soli immigrati

La foto scattata in mezzo a un gruppo di immigrati l’ha chiamata “la mia prima blowbang in black”, e l’ha dedicata a Matteo Salvini postandola su Facebook. Valentina Nappi, pornostar di Scafati è priva di inibizioni ma piena di idee e buoni propositi. La sua personale lotta contro il razzismo se la porta direttamente a lavoro, e a letto.

La foto ha fatto il giro del web (avevate dubbi?) e ha scatenato la reazione del buon Salvini che ha ribattuto sempre su Facebook: “Se l’opposizione alla Lega Nord è rappresentata dalla pornostar Valentina Nappi, che si fa ritrarre su Facebook circondata da uomini di colore preannunciando un’orgia nel nome della clandestinità, allora siamo nel giusto”.

Manie purificatrici da un lato (quelle della Lega) e manie di grandezza dall’altro (scusate il doppio senso) la questione che solleva la pornostar Valentina Nappi è seria, profonda (scusate ancora) e argomentata con teorie di tutto rispetto: “Quello dell’immigrazione – afferma – è un falso problema. Le persone, quando sono in difficoltà, cercano di attribuire la responsabilità della loro condizione a qualcosa di esterno. Ci si crea un nemico – spiega la Nappi a Il Mattino -. Per l’indebitata Germania pre-nazista, erano gli ebrei, ma anche gli zingari. Oggi sono “i tecnocrati”, “le banche”, “l’euro”, “gli immigrati”. Siamo ai livelli intellettuali di quelli che credono alla teoria del complotto del Nuovo ordine mondiale».

Annunciando l’arrivo del suo primo film hard con soli immigrati la pornostar Nappi lancia un messaggio anche agli altri politici: “In Italia il vero problema non è mica l’euro o l’invasione degli africani, il problema vero è l’ignoranza. La lotta all’ignoranza dovrebbe essere il punto principale del programma di un partito politico”.