Asportazione delle ovaie per Angelina Jolie: ‘Bisogna affrontare tutto a testa alta’

Nuovo intervento per ridurre il rischio di un tumore. Già nel 2013 fu operata al seno. Nel suo diario anche un messaggio rivolto alle donne

Un nuovo intervento per l’attrice. Lo ha comunicato attraverso un lungo articolo sul New York Times di aver subito un nuovo intervento con il quale le sono state asportate le ovaie e le tube di Falloppio. L’intervento si è reso necessario al fine di ridurre il rischio di un tumore. Angeline Jolie aveva già subito una doppia mastectomia nel maggio 2013 per evitare l’insorgere di un cancro al seno. La donna è portatrice del gene difettoso “Brca 1” che la rende fortemente esposta all’eventualità di contrarre la malattia con cui sono morte la madre, la nonna e la zia.

Bisogna affrontare tutto a testa alta. La conoscenza è potere”. La nuova operazione si è resa necessaria dopo che degli esami avevano mostrato un’infiammazione in corso, probabile indicatrice dell’insorgere di un tumore. Accanto a lei il marito Brad Pitt. In “Diary of Surgery”, l’attrice commenta così la decisione di sottoporsi all’intervento: “Avevo intenzione di farlo da un po’ di tempo. Si tratta di un intervento chirurgico meno complesso della mastectomia, ma i suoi effetti sono più gravi. Si mette una donna in menopausa forzata. Così mi sono preparata fisicamente ed emotivamente, ho discusso le opzioni con i medici, dalla medicina alternativa alla mappatura degli ormoni. Poi ho scelto di intervenire chirurgicamente”.

Il messaggio alle donne: ci sono più alternative. Un intervento del genere, per una donna, e soprattutto per una come Angeline Jolie, con sei figli e amante della maternità, non è cosa facile da affrontare. La Jolie in un passaggio del suo diario si rivolege alle donne, alle quali dice: “Non ho fatto questo unicamente perché io porto la mutazione del gene BRCA1, e voglio che altre donne ascoltino quello che ho da dire. Un test BRCA positivo non significa necessariamente ricorrere alla chirurgia. Ho parlato con molti medici, chirurghi e naturopati. Ci sono altre opzioni. Alcune donne prendono la pillola anticoncezionale o si basano su medicine alternative combinate con controlli frequenti. C’è più di un modo per far fronte a qualsiasi problema di salute. La cosa più importante è quello di conoscere le opzioni e scegliere ciò che è giusto per te personalmente”.

Lei, con questa sua grande forza fisca e interiore, dimostra ancora una volta che pur rimanendo incline alla possibilità di avere il cancro, si può lottare e scegliere la cosa giusta da fare: “Non è possibile rimuovere tutti i rischi, resto incline al cancro. Cercherò dei modi naturali per rafforzare il mio sistema immunitario. Mi sento donna e ho i piedi per terra nelle scelte che sto facendo per me e la mia famiglia. So che i miei figli non dovranno mai dire: “Mamma è morta di cancro ovarico”.

E sull’avere figli, ammette: “Non sarò in grado di avere più figli e mi aspetto di vedere alcuni cambiamenti fisici. Ma mi sento a mio agio con tutto ciò che verrà, non perché io sono forte, ma perché questa è una parte della vita. Non c’è nulla da temere”.

La speranza, scrive l’attrice, è che anche le donne non ancora madri, possano avere una possibilità di non rimuovere le ovaie: “La loro situazione è molto più difficile della mia. Ho chiesto e ho scoperto che ci sono alcune tecniche per rimuovere le tube di Falloppio, mantenendo le ovaie. Spero che siano consapevoli di questo. Sapere è potere”. Condividi la scelta di Angelina? Vota il nostro sondaggio:

(Immagine: omojuwa.com)