Daniele De Rossi e Tamara Pisnoli, inchieste e arresti: giorni da incubo per gli ex-coniugi

Dopo l'arresto della sua ex Tamara Pisnoli per concorso in sequestro, Daniele De Rossi attraversa un brutto periodo, in campo ma non solo

Buone feste sì, ma non per tutti. Inchieste, arresti domiciliari, intercettazioni… Per gli ex-coniugi De Rossi (il calciatore Daniele e Tamara Pisnoli) non sono certo giorni sereni.

La soubrette, che è stata sposata al fuoriclasse romano per tre anni, è agli arresti domiciliari per essere stata coinvolta nelle indagini sul sequestro di un imprenditore romano.

Legata ora al miliardario Arnaud Mirman (ex di Claudia Galanti) da qualche tempo – come dimostra ironicamente il suo selfie su Instagram, in manette con lui – ora su di lei ci sono ben 150 pagine di ordinanza firmate dal Gip Giuseppina Guglielmi che hanno disposto il suo isolamento forzato.

La sua persona, “…ricca, violenta e vendicativa…” secondo le affermazioni del giudice, mettono la Pisnoli al centro di quel sequestro con tanto di minacce di morte, subiti dall’imprenditore del fotovoltaico Antonello Ieffi, reo di non aver restituito i soldi della licenza alla ex ballerina di Sarabanda dopo un suo ripensamento nel settore. Trama fitta ed un passato un po’ torbido anche per suo padre, ex-rapinatore, ucciso in circostanze oscure nel 2008 nelle campagne di Aprilia.

La piccola Gaia, la figlia di 9 anni avuta dal calciatore della Roma, è al centro della scena.

Ora è in affido alla madre mentre, da parte sua, De Rossi è stato al telefono con Giovanni Di Carlo, persona vicina a Massimo Carminati detto “Il Pirata” (arrestato, da oggi rifiuta il cibo) nonché uomo al centro delle indagini in corso sulla Mafia capitale. Un dialogo scomodo, intercettato dai Ros, in cui Di Carlo chiama “amico” De Rossi. E così intanto la gogna mediatica si allarga in famiglia (o ex che sia).

E adesso? Prima delle feste si faranno anche i conti. Tamara dovrà rispondere a breve agli interrogatori di garanzia. Il barbuto centrocampista potrebbe risollevarsi invece, almeno in campo: in Champions potrebbe non restare in panchina e magari superare il momento buio e gli ultimi fischi dell’Olimpico.

 

[Foto: ilmessagero.it ]