0 Shares 28 Views
00:00:00
11 Dec

È morta Shirley Temple, ‘riccioli d’oro’ di Hollywood

LaRedazione
11 febbraio 2014
28 Views
È morta Shirley Temple, 'riccioli d'oro' di Hollywood

E’ morta ad ottantacinque anni nella sua residenza californiana Shirley Temple, la famosa riccioli d’oro che aveva avuto straordinario successo negli anni ’30 in qualità di enfant prodige del cinema americano.

Il decesso di Shirley Temple è avvenuto per cause naturali e ha naturalmente colpito il mondo del cinema internazionale. A darne notizia è stata la stessa famiglia, in un comunicato affidato alla BBC, prima emittente a dare la notizia.
Nata a Santa Monica il 23 aprile 1928, nel corso della sua lunga e straordinaria vita Shirley Temple ha saputo imporsi in tenera età recitando nella parte di bimbe dolci, spesso leziose, ma allo stesso tempo più grandi della loro età.

Il suo esordio era avvenuto a soli quattro anni, nella serie Baby Burlesque, che dette il via ad un eccezionale successo, tale da farne una delle star più ricercate del cinema hollywoodiano. Nel 1934 aveva vinto un Oscar riservato ai giovani, grazie alla sua interpretazione in ‘La mascotte all’aeroporto’, un premio ideato proprio per lei.

Era stato però il film ‘Riccioli d’oro’ del 1935 a regalarle la definitiva consacrazione. Il film diretto da Irvin Cummings, fu il primo di una lunga serie di straordinari successi al botteghino, tra cui vanno ricordati ‘Shirley Aviatrice’, girato nell’anno successivo, ‘Zoccoletti olandesi’, e ‘La piccola principessa’. La sua fama raggiunse livelli tali da portarla ad avere l’incarico di premiare con l’Oscar Walt Disney nel 1937, all’età di appena nove anni.

Negli anni a seguire, però, la sua fama declinò notevolmente, tanto da spingerla rapidamente fuori dagli schermi. Il ritorno avvenne solo nel 1947, quando fu chiamata a recitare in ‘Da quando te ne andasti’. L’anno successivo recitò invece in ‘Il massacro di Fort Apache‘, alle dipendenze del grande John Ford.

Il grande successo era ormai un ricordo, ma questo non impedì a Shirley Temple di farsi notare in altri settori, dedicandosi in particolare alla politica. In questa nuova veste, aveva ricoperto incarichi molto prestigiosi presso le Nazioni Unite. Era diventata anche ambasciatrice del suo paese in Ghana, a partire dal 1974, per poi essere chiamata a rivestire il ruolo di capo del protocollo da Gerald Ford, alla Casa Bianca.

Anche i Beatles la celebrarono, immortalandola sulla copertina del loro famoso album Sergeant Pepper’s Lonely Hearts Club Band, uscito nel 1967. Una copertina che aveva riproposto proprio l’immagine della Shirley Temple famosa per i suoi riccioli d’oro, figura che non l’ha mai abbandonata durante tutto il resto della sua vita.

Vi consigliamo anche