‘Mafia capitale’: la verità su Belen, Fabrizio Corona e Daniele De Rossi

Chiarita la posizione di Daniele De Rossi, Belen Rodriguez e Fabrizio Corona e nell'ambito dell'inchiesta 'Mafia Capitale'

Mafia Capitale: Belen Rodriguez e Fabrizio Corona fuori. Si chiarisce la posizione dei due personaggi dello spettacolo finiti anche loro nel grande tritacarne dell’inchiesta che sta scuotendo Roma e non solo.

A fare chiarezza sulla posizione della soubrette televisiva e di Corona, quest’ultimo attualmente in carcere per un’altra vicenda, è il procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone: “I fatti che riguardano De Rossi, Belen eccetera non riguardano la Procura e tanto meno la commissione antimafia”. Pignatone ha chiarito anche la posizione del calciatore della Roma, Daniele De Rossi.

La dichiarazione del procuratore è avvenuta ieri mattina nel corso dell’audizione a Palazzo San Macuto, Roma, in commissione Antimafia del Senato. Finisce così per Belen, Corona e De Rossi una vicenda non piacevole, che li ha visti accomunati a personaggi appartenenti alla malavita romana. Pur essendo i loro nomi presenti in alcune intercettazioni finite sotto inchiesta, tale fatto, ai fini delle indagini, si è dimostrato essere irrilevante.

Conoscenti scomodi. Vicenda chiusa, quindi, per Belen che può tornare a fare la mamma e la showgirl, accanto al suo compagno ballerino Stefano De Martino. La sua conoscenza del boss Giovanni De Carlo, detto “Giovannone”, del quale è stata diverse volte ospite con il marito nel suo appartamento di Piazza Cavour, non l’ha danneggiata al punto da farla finire sotto inchiesta.

I giovani sposini, oggi anche genitori del loro primo figlio Santiago, portato a spasso proprio da Giovannone per le vie del centro di Roma, penseranno bene in futuro a chi concedere la loro amicizia?

(Immagini: faceblog.blogosfere.it)