Come perdere 5 kg in un mese con la dieta del delfino

La dieta che alterna pasti abbondanti con altri più leggeri e distrae il metabolismo evitando che rallenti: ecco come perdere fino a 5 chili

Il bikini preso ai saldi di fine stagione, quello che quest’anno non rientra più è la sfida da vincere. Come? Con la dieta del delfino. La prospettiva è quella di creare nell’apporto calorico una sana oscillazione – simulando lo stile in acqua dei mammiferi più simpatici del mare – per disorientare il metabolismo e bruciare i chili di troppo.

La teoria della dieta si basa sull’alternanza perciò di giorni in cui si assumono fino a 1200 calorie al massimo (ad esempio, quelli dispari) e altri in cui si può arrivare ad accumulare anche 1400 calorie giornaliere (nei giorni pari).

Ne consegue un piano strutturato per alternare durante la settimana dei pasti succulenti ad altri più leggeri, con uno schema che mira a “distrarre” continuamente il metabolismo evitando che si stabilizzi e portandolo invece a bruciare grassi. Risultati? Almeno 5 chili in un mese, ossia l’ideale per rientrare anche nel bikini di cui sopra.

Ecco uno schema esemplificativo che prevede ai pasti solo l’assunzione di acqua naturale (e nessuna bevanda gassata, ovviamente):

Menu tipo – Giorno pari (entro 1400 calorie)

Colazione:
1 tazza di té non zuccherata oppure 150 gr di latte parzialmente scremato non zuccherato oppure 125 gr yogurt magro + 3 fette biscottate oppure 25 g di biscotti secchi o di cereali integrali non zuccherati.

Spuntino metà mattina:
150 g di frutta fresca di stagione.

Pranzo:
50 gr di risotto condito a piacere, 120 gr di carne rossa (o bianca) ai ferri con verdura fresca o cotta a piacere, 30 gr di pane e 100 gr frutta.

Cena:
2 uova al tegamino con verdura fresca o cotta a piacere, 30 gr di pane e 100 gr frutta;
oppure 70 gr di prosciutto crudo e 100 gr melone fresco, verdure grigliate a piacere e 70 gr di pane;
oppure una pizza margherita, 100 gr di frutta.

Menu tipo – Giorno dispari (entro 1200 calorie)

Colazione:
1 tazza di té non zuccherata oppure 150 gr di latte parzialmente scremato non zuccherato oppure 125 gr yogurt magro + 2 fette biscottate oppure 15 g di biscotti secchi o di cereali integrali non zuccherati.

Spuntino metà mattina:
150 g di frutta fresca di stagione.

Pranzo:
60 g di pasta al pomodoro, 50 g di bresaola e insalata a volontà, oppure patate, melanzane o zucchine se grigliate e con 1 cucchiaino d’olio;
oppure 60 g di riso lessato, 120 g di tonno al naturale, pomodori a piacere e 30 g di pane.

Cena:
ottima la classica caprese se con 80 g di mozzarella (non di bufala) e 200 g al max di pomodori, 70 g di pane;
oppure pesce alla griglia con verdure al vapore + 100 g di frutta di stagione;
oppure 120 g di carpaccio di manzo e rucola con pomodori a volontà, 70 g di pane.

[foto:  Sanihelp.it]