Che cos’è l’ictus da salone di bellezza: ecco cosa si rischia dal parrucchiere

I medici lo definiscono “ictus da salone di bellezza”. Un evento raro ma possibile, ecco quanto c’è da sapere per non rischiare la vita

Una storia incredibile ma vera. Il fatto è accaduto oltre dieci anni fa, nel 2004, a San Diego, in California (Usa). Elizabeth Smith, trascorsi otto gioni dal trattamento avuto dal parrucchiere, ha iniziato a stare male e solo grazie ad un intervento urgente dei medici è stata salvata da quello che i dottori hanno definito “ictus da salone di bellezza”. Grazie a questo intervento è stata salvata da morte certa ma come si può rischiare la vita per uno shampoo?

Una sindrome rara dovuta al lavandino non regolabile. Quanto accaduto alla donna di San Diego rientra tra le sindromi rare ma possibili, che avviene, da non credere, quando l’altezza del lavandino per lo shampoo non è regolabile. In tale caso le arterie del collo possono dilatarsi o anche rompersi per la troppa estensione e ciò potrebbe provocare l’ictus dovuto ad anomali del flusso di sangue destinato al cervello.

Elizabeth Smith ha voluto informare tutti su quanto accaduto, con lo scopo di far sapere che i saloni sono al corrente della possibilità di ictus nei saloni di bellezza: “All’inizio ero un po’ scettica sul fatto che fosse stato il lavaggio a provocare l’ictus –afferma Elizabeth a Buzzfeed – così ho chiesto alle mie amiche di chiedere ai loro parrucchieri ed è venuto fuori che l’80% dei saloni è al corrente della possibilità di ictus. Così ho pensato “se lo sanno tutti e non fanno niente c’è qualcosa che non va”.

(Immagine: www.dorsiacademy.it)