Influenza 2015, 4 virus diversi e 5 milioni a letto

Milioni di italiani alle prese con quattro nuovi tipi di virus. I rimedi ci sono: dai medicinali agli immancabili consigli della nonna

L’arrivo dell’autunno ha spazzato via non solo l’estate ma ha dato inizio a quella che diventerà una vera psicosi: l’allarme influenza. Per questi ultimi mesi del 2015 gli italiani dovranno fronteggiare quattro nuovi virus che, secondo i dati riportati dal noto virologo Fabrizio Pregliasco, costringeranno milioni di persone a mettersi a letto per curarsi in modo efficace.

Secondo una ricerca compiuta dal Dipartimento di Scienze biomediche dell’Università di Milano, questi nuovi virus hanno delle peculiarità diverse da quelli affrontati negli anni scorsi e, per questo motivo, il nostro sistema immunitario dovrà imparare a riconoscerli e ad assumere le giuste contromisure. Insieme ai virus arriveranno anche le inevitabili complicazioni: mal di pancia, vomito e raffreddore che saranno i sintomi inequivocabili della nuova influenza.

I virus possono sopravvivere anche dodici ore e viaggiano nell’aria colpendo i soggetti predisposti. Coprirsi dalle prime raffiche di vento autunnale può essere un ottimo sistema per contrastare il proliferare di questi virus, che possono circolare anche attraverso la salivazione e gli starnuti. Naturalmente la predisposizione al contagio aumenterà d’ora in avanti e sino al prossimo inverno: per questo bisognerà adottare delle cure e dei rimedi per fronteggiare il problema influenza.

Oltre ai medicinali prescritti dal medico di base si possono utilizzare sistemi alternativi, ma pur sempre efficaci, per sconfiggere i virus e alleviare la spossatezza che in genere provoca chi è sottoposto ai sintomi influenzali: l’utilizzo di pezze bagnate con acqua fredda da mettere sulla fronte è un ottimo sistema per consentire alla temperatura corporea di ritornare ai livelli ottimali. Anche bere il brodo di gallina, che le nostre nonne hanno sempre utilizzato, è un metodo che la scienza medica consiglia. Il raffreddore, per esempio, può essere sconfitto con una spremuta di arancia: infatti, la vitamina C rinforza il sistema immunitario e aiuta le cellule più deboli a rigenerarsi.

Oltre a questi piccoli consigli da utilizzare quando si è alle prese con il virus dell’influenza, bisogna ricordare che anche dormire è importante: recuperando le forze si può affrontare meglio la malattia e accelerare il processo di guarigione. Se è vero che l’influenza 2015 costringerà milioni di italiani a mettersi a letto, ricordiamoci che arieggiare la casa, avere una corretta igiene personale e lavarsi sempre le mani sono rimedi che serviranno a contrastare il proliferare dei virus. Infine facciamo attenzione agli sbalzi di temperatura: è importante evitare di entrare sudati in luoghi affollati o di indossare indumenti leggeri quando fa freddo.