0 Shares 21 Views
00:00:00
15 Dec

Prozac: le rivelazioni shock di un ex membro della Eli Lilly

Gianfranco Mingione - 23 aprile 2014
Gianfranco Mingione
23 aprile 2014
21 Views
prozac dichiarazioni shock

ArticoloTre riporta la notizia riguardante John Virapren, ex dirigente della filiale svedese della Eli Lilly, multinazionale operante nel ramo farmaceutico. Tolti gli abiti da dirigente, all’età di 64 anni, Virapen ha deciso di pubblicare il libro “I rammarichi di Big Pharma”. Già dal titolo s’intende che non si tratta di qualcosa di buono bensì di qualcosa di scottante. E infatti le sue memorie riguardano un farmaco ben noto, il Prozac, utilizzato per la cura di malattie quali la depressione, i disturbi ossessivo-compulsivi, e non solo, e i suoi effetti collaterali per la salute umana.

L’ex dirigente è stato intervistato dal settimanale francese Le Nouvel Observateur, al quale ha dichiarato: “So di aver contribuito indirettamente, in tutti questi anni, alla morte di persone, le cui ombre, oggi, mi ossessionano”. Un vero e proprio j’accuse contro le grandi case farmaceutiche e il loro modo di passare sopra la salute umana: “Nei primi anni di lancio, il farmaco ha portato a una spirale preoccupante di suicidi”.

E cita poi i dati: “Su 10 persone alle quali erano stati somministrati i principi attivi del Prozac, 5 hanno riportato allucinazioni e disturbi della personalità. Tra questi soggetti, 4 si sono tolti la vita”. Nonostante tali risultati, i dirigenti della casa farmaceutica sono comunque andati avanti nella commercializzazione del farmaco antidepressivo.

Una distribuzione che non ha trovato paletti nel mercato dei medicinali visto che, sempre secondo quanto afferma Virapren, “grazie alla corruzione dei supervisori preposti al controllo e alla sperimentazione del Prozac (sono bastati 20.000 dollari per ricevere senza problemi l’autorizzazione necessaria alla vendita), e soprattutto grazie alla collaborazione ben retribuita, con doni e un salario fisso mensile, di professori compiacenti che recensivano positivamente e promuovevano l’utilizzo dell’antidepressivo nelle maggiori riviste internazionali di medicina”.

Nulla di nuovo e che accade anche in altri settori, sebbene ora bisognerà attendere la risposta della casa farmaceutica alle accuse molto gravi lanciate dal suo ex-dirigente John Virapren.

(fonte: www.bloggeritalia.it)

[foto: associazioneendometriosi.blogspot.com]

Loading...

Vi consigliamo anche