0 Shares 19 Views
00:00:00
11 Dec

Quante volte e come correre per star meglio

LaRedazione
6 gennaio 2014
19 Views
correre

Quante volte e come correre per star meglio? La corsa è una tra le attività fisiche più praticate, essa si adatta a qualsiasi età ed è in grado di apportare numerosissimi benefici: migliora il tono muscolare, rafforza l’apparato scheletrico, rende più funzionali la respirazione e la circolazione e assicura un innalzamento del tono dell’umore, causato dalla liberazione delle benefiche endorfine.

Non dimentichiamoci poi che la corsa ha il grande vantaggio di essere praticata in un luogo aperto, favorendo così il ricambio dell’ossigeno nel nostro organismo, spesso stressato dall’inquinamento e dagli spazi chiusi e con aria viziata.

Prima di iniziare a correre, è importante seguire alcuni accorgimenti basilari. Per quanto riguarda l’abbigliamento, occorre dotarsi di abiti leggeri e funzionali, che non limitino il movimento e che lascino traspirare la pelle. In inverno andrà benissimo una tuta, mentre in estate sono perfetti una maglietta e un paio di pantaloncini.

Tutti gli indumenti devono essere di cotone o comunque realizzati in fibre naturali. Essenziale è la scelta della scarpa giusta: optate per i modelli super leggeri ed ergonomici, che abbracciano bene la caviglia.

I principianti dovrebbero inziare con una corsa molto leggera, che non superi i 5 minuti. Dopo tale soglia, è bene effettuare una camminata a passo veloce per 10 minuti. Dopo circa due settimane, si può provare ad aumentare il numero di minuti di corsa e a diminuire quelli della camminata veloce. Lo scopo è riuscire a correre per almeno 20 minuti consecutivi, seguiti da 10 di camminata veloce e altri 10 di recupero. Ogni singolo soggetto ha tempi e esigenze differenti, quindi ascoltate il vostro corpo e non stressatelo eccessivamente.

Il segreto per ottenere ottimi risultati è la costanza e la frequenza dell’allenamento, e non il sottoporre il corpo ad una tensione continua, che oltretutto sarebbe controproducente. Due o tre sessioni la settimana sono sufficienti per un allenamento ottimale. Preferite le ore meno calde della giornata, come il mattino e il tardo pomeriggio.

Ricordatevi di portare con voi una bottiglietta di acqua a temperatura ambiente, per idratarvi e recuperare i liquidi persi con la sudorazione. In estate è una buona idea integrare l’acqua con dei sali minerali, in quanto la sudorazione è più abbondante. Prima e dopo ogni allenamento, è bene effettuare qualche esercizio di stretching, per preparare i muscoli allo sforzo e rilassarli successivamente.

In questo modo si preverranno le contratture e gli stiramenti, spesso molto dolorosi. E’ essenziale seguire i giusti accorgimenti per sapere quante volte e come correre per star meglio, in modo da avere risultati duraturi e migliorare il proprio stato generale di benessere psicofisico.

Vi consigliamo anche