Amianto nei thermos: allerta del Ministero della Salute

Nuovo allarme su alcuni thermos con amianto importati dalla Cina e distribuiti in Italia. Ecco come riconoscere i prodotti sotto accusa

E’ di qualche giorno fa l’allarme che solo ora sta facendo il giro del web riguardo la presunta pericolosità del rivestimento dei thermos, pratici contenitori solitamente usati nella stagione fredda per tenere in caldo le bevande.

Stando a quanto disposto dallo stesso Ministero della Salute, sarebbero stati ritirati in particolare alcuni thermos della DayDays, marchio cinese ora sotto accusa avendo – con la funzione di creare distanze termoisolanti fra le parti del doppio involucro interno in vetro – particelle di amianto di tipo crisotilo, rilevati solo grazie all’analisi mediante microscopia elettronica a scansione (SEM). Una minaccia seria per la salute, dunque, per via della dispersione di alcune fibre di amianto del thermos.

Il Ministero inoltre, con l’ordinanza, ha diffuso tutti i criteri per individuare il tipo di thermos e avvisare i consumatori:

Termos Porta Pranzo Grande art. 61470 – capacità litro 1,4 codice a barre 8301182614705.
Descrizione del prodotto e del suo confezionamento: Termos da litri 1,4 , esterno in plastica, con manico superiore a secchiello H 514. Il materiale con amianto è costituito da piccoli corpi di forma cilindrica di colorazione grigio biancastra costituiti da materiale fibroso compresso di amianto crisotilo posti nell’intercapedine del doppio involucro in vetro dei thermos, con funzione di distanziatori.

Ma non è un caso isolato. Anche presso Casa Mia Daziran di Roma diverse confezioni dello stesso prodotto importato dalla Cina, come anche a Pescara (presso Maxilandia- Iper Xiang Gang, un punto vendita che commercializzava simili prodotti al pubblico) sono sequestrate dalle squadre NAS locali.

[Foto: GreenMe.it]