Farmaci, dal 1 luglio si comprano online quelli da banco

L'Italia recepisce una direttiva dell'UE del 2011 e si adegua: si potranno acquistare medicine sul web da farmacie online autorizzate

Una grande rivoluzione ma anche tanto attesa: dal 1° luglio sarà possibile acquistare su Web anche i cosiddetti farmaci da banco (ovvero quelli che non necessitano di ricetta medica).

Con un click le medicine entrano a casa e le più comuni confezioni di antidoti a raffreddori, malesseri di stagione o di prodotti di uso più quotidiano in vendita libera in farmacia si potranno ordinare e pagare direttamente in rete (come si fa con un pacchetto viaggio ormai, o un abito) a patto che lo shopping in questione sia su siti di farmacie o anche esercizi commerciali online abilitati alla vendita di medicinali senza l’obbligo di prescrizione e soprattutto dotati di bollino verde di sicurezza.

Già. Un logo specifico, un link necessario e che porta all’elenco delle farmacie autorizzate a vendere in internet gestito dal Ministero della Salute. E’ il contrassegno da cercare sulla home di ogni farmacia online, a tutela della nostra sicurezza per acquistare medicinali senza problemi o preoccupazioni circa la contraffazione dei suoi prodotti. Il bollino che potrà garantire sull’autenticità del rivenditore (ossia della sua appartenenza al circuito ufficiale di farmacie autorizzate alla vendita online) permetterà insomma di mettere nel carrello virtuale anche un semplice sciroppo per la tosse, ma sempre in totale sicurezza.

Grazie ad un provvedimento che il ministero della Salute ha predisposto dopo aver recepito una direttiva dell’Unione Europea del 2011, la legge entra in vigore – appunto – il prossimo 1 luglio. Per ora, Federfarma (Federazione nazionale unitaria dei titolari di farmacia) si dichiara favorevole e ottimista sull’iniziativa. Ora però c’è da scommettere sul reale successo presso i consumatori, visto che per le urgenze è sempre meglio la farmacia sotto casa.

[foto: Redazione.finanza.com]