0 Shares 13 Views
00:00:00
13 Dec

Fumo: aumentare il costo delle sigarette potrebbe salvare molte vite

LaRedazione
3 gennaio 2014
13 Views
Fumo: aumentare il costo delle sigarette potrebbe salvare molte vite

Secondo una recente ricerca sembra che aumentare il costo delle sigarette potrebbe salvare molte vite, applicando la teoria della dissuasione.

Si tratta di uno studio condotto dall’Università di Toronto, in Canada, che ha messo in evidenza come l’aumento della tassazione sulle sigarette in una percentuale pari almeno al 100% o al 200% comporterebbe al raddoppio circa del costo di un singolo pacchetto; un deterrente molto forte per la maggior parte di fumatori incalliti che si troverebbero costretti a ridurre il loro consumo giornaliero di sigarette se non addirittura a smettere di fumare.

Facendo infatti leva sulla diffusa situazione di crisi economica, che ha notevolmente ridotto la capacità di spesa delle famiglie, gli studiosi sono giunti alla conclusione che sarebbero circa 200 milioni le persone a cui verrebbe salvata la vita.

Puntare sulle problematiche che il fumo comporta alla salute non è servito e le campagne di dissuasione che si basano si rischi, esplicati anche in maniera spesso cruda, hanno pressoché fallito con una percentuale troppo bassa di fumatori che sono stati convinti a smettere per il loro bene.

Rendere quindi le sigarette accessibili solo a una ristretta fascia di persone con un redditto elevato rappresenta dunque l’ennesima prova che si potrebbe fare per ridurre i morti causati dalla sigaretta che causa scompensi a livello cardiaco e polmonare, oltre che tumori molto aggressivi.

Ma l’aumento del costo delle sigarette rappresenterebbe anche un forte deterrente per le giovani generazioni che non inizierebbero a fumare perché non potrebbero permettersi un consumo costante di bionde con i soli loro risparmi. Oggi, invece, uno dei principali motivi per cui i giovani si avvicinano alle sigarette è proprio la facilità con cui possono acquistarle, visto che numerose marche mettono in vendita i loro pacchetti a un costo inferiore ai 5 euro, facilmente presenti nelle tasche dei giovani d’oggi.

Lo studio effettuato all’Università di Toronto basa la sua ricerca su un campione residente negli Stati Uniti, dove è stato calcolato che le persone a cui verrebbe salvata la vita se venissero aumentate le tasse sarebbero circa 70 mia ogni anno. Ma questo porterebbe anche a un maggior flusso di denaro nelle casse pubbliche, derivante da coloro che non si fermerebbero nemmeno con l’aumento, per un totale di circa 100 miliardi di dollari.

Stime interessanti che potrebbero portare numerosi Paesi a ragionare su questa ennesima misura, stavolta, drastica per combattere il fumo. Se aumentare il costo delle sigarette potrebbe salvare molte vite, anche l’Italia dovrebbe prendere in seria considerazione questa ipotesi.

Vi consigliamo anche