Incredibile ma vero: credevano avesse un tumore, invece gli trovano 40 coltelli nello stomaco

E' stato operato l'agente di polizia che ha ingoiato quaranta coltelli: un gesto che nasconde un forte disagio.

Amritsar, fino a pochi giorni fa uno sconosciuto Paese dello Stato del Punjab, in India, è diventato famoso per il caso dell’agente di polizia che ha ingoiato quaranta coltelli. L’uomo, che è stato ricoverato in ospedale, ha manifestato una serie di continui dolori al ventre. L’equipe medica, in un primo momento, ha pensato a un tumore quando poi la verità è emersa inquietante facendo il giro del web.

Dopo una prima serie di analisi effettuate i medici hanno ipotizzato che, nel ventre del paziente, ci fosse un’enorme massa tumorale. C’è stato bisogno di una tomografia per scoprire l’inquietante verità e la presenza di corpi estranei nello stomaco dell’uomo. Durante l’intervento chirurgico, infatti, sono statti estratti quaranta coltelli a serramanico, alcuni chiusi, altri aperti e lunghi fino a diciotto centimetri, con lame in grado di provocare lesioni profonde. E proprio a causa di queste lacerazioni interne che l’uomo, dopo aver manifestato dolori acuti, si è dovuto sottoporre all’intervento ospedaliero.

Per Jatinder Malhorta, chirurgo che ha operato l’agente di polizia (di cui al momento e per motivi di privacy non è stato diffuso il nome ai media), si è trattato di un caso unico al mondo e che resta il primo di questo tipo nella sua lunga carriera di medico. Se non si fosse intervenuti in tempo, il paziente sarebbe morto, perché le lame di alcuni coltelli avrebbero lacerato in modo permanente il ventre dell’uomo.

Ma quali sono le cause di un gesto del genere e perché un agente di polizia è arrivato al punto di ingoiare quaranta coltelli? I disturbi psichici di questa persona dimostrano una predisposizione passiva e masochista nel volersi fare del male utilizzando oggetti che, di norma, sono usati per uccidere. Un altro aspetto che di sicuro farà discutere è come può un uomo potenzialmente pericoloso diventare un membro delle forze di polizia? E qui sarebbe interessante capire quali sono i metodi che in India vengono utilizzati per reclutare i giovani poliziotti.

Al momento il paziente, che si è sottoposto a un intervento di cinque ore, sta bene e sembra che il suo corpo abbia reagito in maniera positiva all’operazione. L’uomo dopo il risveglio è stato sottoposto ad alcune domande da parte dei psichiatri. In una di queste ha risposto che erano più di cinque mesi che ingoiava coltelli, ma non ha rivelato il perché e le cause di questo suo folle gesto. Forse la reazione a una delusione amorosa o un tentativo di suicidio prolungato nel tempo fino alle estreme conclusioni che, per sua fortuna, non sono arrivate.

[Photo: ilgiornale.it]