Influenza da record: quest’anno sarà aggressiva con 7 milioni di italiani

Secondo gli esperti il prossimo inverno i virus saranno molto aggressivi: dipenderà anche dal clima.

L’allarme influenza è scattato: lo dicono medici e virologi che stanno compiendo degli studi specifici sui virus, ormai divenuti sempre più potenti. Il numero degli ammalati, infatti, aumenta in modo costante e basta analizzare le statistiche degli ultimi anni per rendercene conto. Nel 2013 il numero di contagiati è di 3,5 milioni, mentre l’anno successivo c’è stato un incremento fino a 4 milioni.

Un dato che dovrebbe far riflettere tutti noi soprattutto se lo compariamo a quello dell’inverno 2015: con circa 5 milioni di ammalati, abbiamo avuto un ulteriore aumento di persone che hanno contratto il virus dell’influenza, ma la notizia più preoccupante è che il trend è destinato ad aumentare, fino ad arrivare ai 7 milioni previsti per il prossimo inverno.

I virus negli ultimi decenni sono diventati più potenti e difficili da debellare. Gli esperti li classificano in quelli di Tipo A, B e C e nella maggioranza dei casi si possono trasmettere attraverso starnuti e tosse. Febbre, mal di gola e naso che cola sono i sintomi iniziali di chi ha contratto l’influenza, ma spesso questo tipo di virus può intaccare anche i polmoni e quindi le vie respiratorie, provocando problemi al paziente.

Un fattore determinante per lo sviluppo dell’influenza e il proliferare di questi virus è il clima. Le stagioni, infatti, possono regolare la loro diffusione e soprattutto gli sbalzi di temperatura: passare repentinamente da giornate calde a quelle fredde permette ai virus d’intaccare le nostre difese immunitarie in modo più invasivo.

LEGGI ANCHE: INVERNO 2016/2017: SARÀ GLACIALE PER COLPA DE “LA NINA”

Gli esperti fanno sapere che nel nostro Paese per l’inverno 2016/2017 saranno 17 milioni gli italiani potenzialmente a rischio, soprattutto i vecchi e i bambini. Ed è per questo motivo che, a partire dal mese di ottobre, inizieranno le vaccinazioni anticipate, anche perché sono già stati registrati i primi casi di influenza anticipata, con due bambini di sei anni ricoverati nell’ospedale di Bari.

La domanda che sorgerà spontanea, arrivati a questo punto, è la seguente: esiste un modo concreto per sconfiggere l’influenza? La prima cosa da fare è bere tanta acqua per mantenere il corpo sempre idratato. Gli esperti consigliano di non affidarsi agli antibiotici e di controllare la propria alimentazione per affrontare la gestazione del virus. Per esempio mangiando brodo di pollo, cibi che contengono fibre vegetali e non far mai mancare alla propria dieta la vitamina C. Perché se è vero che i soggetti predisposti all’influenza stagionale raggiungeranno numeri record, bisogna per così dire “conoscere il nemico” e adottare tutte le prevenzioni del caso per combatterlo e sconfiggerlo in modo definitivo.

[Foto: vitamindcouncil.org]