Salute: come si trasmette il virus Ebola

Le autorità hanno diffuso una Faq per sapere come si trasmette il virus Ebola, ecco cosa sapere

La parola che al momento spaventa più di tutti è Ebola. La paura di un contagio interessa sempre più persone tanto da scatenare a volte una vera e propria psicosi collettiva. Per sedare paure e fobie le autorità americane e italiane hanno stilato una Faq (frequently asked question) su come si trasmette il virus. Innanzitutto è bene sapere che il virus Ebola si trasmette con “diretto contatto con una persona malata già sintomatica”. Deve avere in sostanza già contratto il virus e manifestarne segni evidenti.

Ma quali sono i sintomi dell’infezione da virus Ebola?

Il ministero della Salute segnala la comparsa improvvisa di febbre, dolori muscolari, intensa debolezza, mal di testa e mal di gola: Tra i segni e sintomi tipici ci sono anche vomito, diarrea, esantema, insufficienza renale ed epatica. In alcuni casi può manifestarsi anche un’emorragia sia interna che esterna.

Come si trasmette il virus Ebola?

Il virus si può trasmettere attraverso il contatto diretto con la pelle  o con le mucose e membrane, con le ferite, il sangue o altri fluidi come il liquido seminale, la saliva, l’urina, e il vomito (il contagio può avvenire inoltre con oggetti quali siringhe e aghi).

Il virus dunque non si trasmette tramite cibo, aria e acqua.

Chi sono le persone più a rischio Ebola? Il sito del ministero della Salute segnala: operatori sanitari, cacciatori nella foresta pluviale che entrano in contatto con animali trovati morti nella foresta, persone che hanno contatto diretto con i corpi dei defunti, nelle cerimonie funebri, familiari o altre persone a stretto contatto con persone infette.

[foto: ansa]