Stafilococco aureo, sintomi, cause e cure

E’ apparso nuovamente per tranquillizzare i suoi fan Vasco Rossi che, in un messaggio, ha dichiarato di aver contratto un’infezione da stafilococco aureo, un batterio che per essere debellato richiede un gran numero di cure.

Con un velocissimo video postato su Facebook, Vasco Rossi ha fatto sapere di doversi curare per altre 4 settimane dal momento che per distruggere lo stafilococco aureo sono necessarie cure antibiotiche di almeno 6 settimane.

Lo stafilococco aureo è un batterio che colpisce in special modo la pelle, l’apparato scheletrico, quello respiratorio, quello urinario e il sistema nervoso centrale causando problemi che all’inizio possono essere di facile risoluzione ma che, se trascurati o non identificati per tempo, possono portare delle complicazioni molto importanti.

Non si sa di preciso come si possa sviluppare un’infezione da stafilococco aureo ma sicuramente l’infezione esplode quando il fisico presenta difese immunitarie più basse del normale e dunque non riesce a difendersi neanche da sè stesso visto che questo batterio è naturalmente presente nel corpo umano e diventa "cattivo" quando si modifica.

Per identificarlo è necessario sottoporsi ad un antibiogramma, un esame in vitro grazie al quale si stabilisce se un determinato batterio è reattivo o meno nei confronti di un determinato antibiotico calcolandone la resistenza e/o la sensibilità.

Per curare un’infezione da stafilococco aureo si usano vari antibiotici appartenenti alle famiglie dell’eritromicina, del cloramfenicolo, della neomicina e della novobiocina; a questi si possono aggiungere vaccini antistafilococcici polivalenti oppure autovaccini e in caso di problemi molto gravi si fa ricorso a farmaci sulfamidici.