0 Shares 5 Views
00:00:00
25 Nov

USA: 16enne muore dopo aver bevuto tre energy drink

Emanuele Calderone
17 maggio 2017
5 Views
16enne muore per aver bevuto troppe bevande energizzanti e zuccherate

Energy drink e bevande gassate sono tra gli “alimenti” più dibattuti dai medici. Spesso pubblicizzate come innocue e gustose, queste bevande sono sconsigliate dai dottori a causa della massiccia presenza di zuccheri e dolcificanti, nonché di sostanze eccitanti come la caffeina.

Non deve aver riflettuto a lungo sugli effetti di tali bevande un ragazzo di appena 16 anni della Carolina del Sud. Il giovane, Davis Allen Cripe, è infatti deceduto a causa di un’aritmia cardiaca dopo aver bevuto, nell’ordine, un caffellatte, una bottiglia grande di Diet Mountain View (una bevanda gassata con un’altissima concentrazione di caffeina e zuccheri) e un energy drink. A confermarlo è stata anche l’autopsia, svolta dal dottor Gary Watts che ha dichiarato “Aveva assunto talmente tanta caffeina che gli ha provocato un’aritmia”. Il dottor Watts ha inoltre aggiunto “Questa non è un’overdose, abbiamo perso Davis per una sostanza del tutto legale. Il nostro obiettivo è di far sapere alla gente, soprattutto ai nostri ragazzi che vanno a scuola, che queste bevande possono essere pericolose, e di stare molto attenti a quante ne assumono nell’arco della giornata. Bisogna stare attenti al loro consumo esattamente come si fa con alcol o sigarette”.

Al momento della morte, Davis si trovava in classe. Nel referto del medico legale si può leggere che lo studente, nelle ore precedenti alla sua morte avesse ingerito 470 mg di caffeina: una quantità esagerata anche per una persona così giovane e di 90 chili.

Insomma, la storia di questo ragazzo americano mette in chiaro ancora una volta che, pur senza allarmismi, consumare in maniera sconsiderata bevande piene di zucchero e caffeina può rappresentare un pericolo effettivo per chiunque.

[fonti articolo: corriere.it, nbcwashington.com, mirror.co.uk]

[foto: corriere.it]

Vi consigliamo anche