Vaccinazioni e scuola: ecco il vademecum con i nuovi obblighi

Cosa è necessario presentare per l’iscrizione a scuola? Quali soggetti sono esclusi dall'obbligo vaccinale?

Il Parlamento ha da poco approvato la legge sugli obblighi di vaccinazione per frequentare l’asilo nido e la scuola dell’infanzia. Per i minori da 6 a 16 anni, nel caso non siano stati rispettati gli obblighi, viene attivato un percorso di recupero della vaccinazione (in caso di inadempienza sono previste sanzioni pecuniarie). Quali sono, quindi, le vaccinazioni obbligatorie per i minori di 16 anni?

Per iscriversi a scuola sono necessarie dieci vaccinazioni gratuite: Anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella. Queste devono essere somministrate ai nati dal 2017 mentre, per i nati dal 2001 al 2016, devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel calendario vaccinale nazionale in vigore nell’anno di nascita.

Ci sono poi le vaccinazioni gratuite fortemente consigliate ma non obbligatorie, quali l’anti-meningococcica B e C, l’anti-pneumococcica e l’anti-rotavirus (quest’ultimo può causare una forma di gastroenterite pediatrica).

Cosa si deve presentare a scuola? Per attestare l’avvenuta vaccinazione del bambino si può presentare la relativa documentazione o un’autocertificazione. Per i soggetti in attesa di effettuare la vaccinazione si può presentare copia della prenotazione dell’appuntamento presso l’Asl. Se si è presentato l’autocertificazione, entro il 10 marzo 2018, va presentata la documentazione che comprovi l’aver eseguito la vaccinazione.

Chi è escluso dall’obbligo? I minori non vaccinabili  sono i soggetti immunizzati per effetto naturale della malattia (ad esempio, se il bambino ha già avuto il morbillo, non dovrà vaccinarsi contro tale malattia). Non sono obbligati ad eseguire le vaccinazioni obbligatorie i soggetti  che vivono determinate condizioni cliniche documentate e attestate dal medico curante.

(Foto: orticaweb.it)