Dropbox, hacker hanno rubato anche le password degli utenti

Violate email ma anche password dal celebre sistema di data storage e gli utenti lo sanno solo ora. Ecco lo scandalo per 68 mln di account

Il furto che Dropbox ha subito nel 2012 rischia di essere più grave del previsto: non solo allora gli hacker avrebbero violato i sistemi – decriptando email degli utenti – ma anche moltissime loro password.

La notizia giunge solo ora alla ribalta, da quando cioè la famosa piattaforma di data storage ha consigliato agli utenti iscritti di modificare anche le password se identiche ad allora (in questi giorni sono giunte le prime comunicazioni agli interessati), spiegando solo adesso che la celebre intrusione avrebbe messo a rischio anche quelle. E lo fa con toni delicati, alludendo in particolar modo e “a titolo preventivo” a chi si è registrato prima della metà del 2012

Di quante password in particolare? Circa 68 milioni, pari ad un file di 5Gb.
E’ il sito Motherboard a riferire i dati in questione, facendo del caso un’inchiesta approfondita che ha già fatto il giro del mondo via web in poche ore.

Oltre alla reputazione dell’azienda che ne aveva già risentito quattro anni fa dopo la notizia dell’attacco cyber ai danni degli iscritti, a farne le spese sono oggi gli user della scatola blu e così anche la stessa società americana ora deve gestire quella che sembra essere più che un’emergenza.

Ma non è certo la prima ad subire simili attacchi: come ricorda Ansa, anche Yahoo!, LinkedIn e MySpace hanno rivelato in tempi successivi vecchie violazioni ai loro sistemi, quando account, email e password già solo negli anni 2012-2013 hanno fruttato milioni di dollari nel dark web ad hacker più che esperti.

[foto:  Leonardo.it]