A Majorca, il primo hotel a tema Twitter

Gli ospiti come community, gli appuntamenti ed i party con un hashtag ed un tweet per ordinare in camera. Ecco l'hotel per chi cinguetta.

Nell’era social, prima o poi doveva capitare un hotel a tema Twitter, proprio nell’arcipelago della movida mediterranea. E così, da poco più di un anno ha aperto i suoi battenti il Melia Sol Wave, a Majorca, nel paradiso dei surfisti (virtuali e non), una struttura che nasce con un concept preciso: l’hotel come luogo social.

Bando all’idea dell’albergo come base di fuga o alloggio di passaggio, nell’epoca in cui ogni minuto nascono 150.000 tweet ed ogni cinque adulti ce n’è uno in possesso di almeno un qualsiasi profilo social, la prossima frontiera turistica ormai è quella che fonde soggiorno, relazioni sociali e tecnologia.

Al Sol Wave, basta un tweet per rifornire il frigobar

Al Sol Wave, basta un tweet per rifornire il frigobar

Al popolo che cinguetta ospite dell’hotel non mancherà certo la voglia di partecipare ad aperitivi o #tweetpoolparty organizzati in piscina o di discutere di qualsiasi cosa su #TwitterPartySuites, come se si fosse nella lobby principale, essendo dopo il check in automaticamente parte della #SocialWave, la community che rappresenta tutta la clientela ospite in quel momento (o che lo è stata in passato) nel Sol Wave.

Non certo di bell’aspetto esterno se non fosse per la recente apertura, la struttura che affaccia sulla spiaggia Magaluf, ad Est dell’isola di Majorca e mezz’ora d’auto da Palma, offre però numerosi servizi: oltre a feste, intrattenimento ed eventi condivisi sul network, propone luminose stanze dall’arredo design ed ovviamente wifi gratuito (prezzo promozionale a notte in doppia 174 euro o 192 euro con colazione inclusa).
Ma la differenza è che si twitta al personale ogni esigenza, ossia se il frigobar è vuoto e si vuole rifornirlo, se si desidera cambiare gli asciugamani oppure la colazione del giorno dopo in camera.

Insomma, chi è sempre solo in casa con i suoi profili virtuali, può meditare su una vacanza ed una scusa per conoscere persone vere e con la stessa passione. E chi non ha un account Twitter, non si presenti in reception …o sia pronto a crearsene uno per l’occasione.

 

[foto: Melia Sol Wave]