Gomme invernali o catene in auto: cosa sapere per partire sicuri in tutta Europa

Vacanze invernali in auto? Obbligo di pneumatici da neve o catene a bordo, in Italia ma non solo. Ecco dove e le multe previste

Avete scelto di partire in auto per le prossime vacanze invernali? Qualsiasi sia la meta, in Italia o Europa, ora bisogna pensare alle gomme (anche a quelle dei 4×4).

L’aderenza in auto non deve tradire nessuno e considerando anche le recenti disposizioni di legge, bisogna ricordare che l’Italia è percorsa in lungo e largo da rilievi, che siano Alpi o Appennini, motivo per cui ci sono ordinanze valide per tutti gli automobilisti. L’obbligo è di dotarsi di pneumatici invernali (quelli con la sigla M+S sul fianco) o catene a bordo del veicolo dal 15 novembre al 14 aprile.

Altrimenti? Multa di 84 euro fuori dai centri abitati (o 58 euro, se pagata entro cinque giorni dalla contravvenzione), 3 punti in meno sulla patente e arresto del veicolo ovunque sia, finché non dotato di catene o gomme termiche. Non fa eccezione nemmeno chi si trova in un centro abitato, dove la sanzione scende a 41 euro.

Segnaletica stradale per l'obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo

Segnaletica stradale per l’obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo

Se si vuole viaggiare in auto in Italia quindi, anche se non c’è neve, la scelta dei pneumatici invernali risponde comunque bene al fenomeno dell’aquaplanning o ad eventuali episodi di pioggia ghiacciata (freezingrain).

Nel caso delle gomme dette anche “da neve” (almeno due su quattro per la legge italiana), queste hanno in effetti un battistrada più performante nella trazione delle gomme normali, ma l’uso è consigliato solo se le temperature esterne cominciano a scendere fino a 7 gradi ed oltre.

Se per le vacanze invernali prevedete invece di proseguire oltre confine, l’obbligo non sempre vige ma bisogna essere attrezzati comunque, anche per recare il minimo disagio alla circolazione. Nella candida Carinzia (dove ammettono anche i pneumatici chiodati), non c’è alcun obbligo ma è bene sapere che, se la situazione lo impone, gli austriaci non fanno eccezioni per un inadeguato equipaggiamento e la pena è davvero salata: fino a 3.000 euro di multa.

In Francia, dipende dalla zona e dalla segnaletica esposta ma non vi è nessun obbligo a priori, come in Germania dove però bisogna considerare che basta creare intralcio per montare le catene, ad esempio, per avere una multa di 40 euro.

In Svizzera, solo se necessario dalla situazione, l’equipaggiamento deve essere pronto ed in perfetta forma (il grado di usura del pneumatico invernale che non deve essere superiore a 4 millimetri).

In Slovenia invece, sono i più severi: l’obbligo di pneumatici invernali vale su tutte e quattro le ruote e la profondità di profilo del battistrada non deve scendere oltre i 3 mm.

 

[foto: Flickr.com – taymtaym / Asaps]