0 Shares 14 Views
00:00:00
12 Dec

Per il ponte del 1° maggio alberghi italiani più ‘green’ per i turisti

Gianfranco Mingione
1 maggio 2014
14 Views
NH Leonardo da Vinci - Rome

Pratiche ecofriendly in vacanza con i turisti: tedeschi tra i turisti più green, italiani ancora poco attenti. Le pratiche ecofriendly vanno in vacanza accompagnando i viaggiatori attenti all’ambiente anche durante il loro soggiorno. E’ quanto emerge da un’indagine di HotelTonight, l’app leader delle prenotazioni giorno su giorno, che ha presentato i risultati di una survey* condotta sulle strutture italiane partner, mirata ad indagare la loro attitudine green.

Raddoppiano gli alberghi ecosostenibili. In Italia l’attenzione verso il pianeta sembra una conquista relativamente recente, almeno per quanto riguarda l’industria dell’ospitalità. Sono gli ultimi due anni ad aver registrato un crescente impegno da parte degli hotel italiani nei confronti dell’ambiente: tra gli albergatori intervistati il 50 per cento ha adottato pratiche ecofriendly negli ultimi 24 mesi, mentre appena il 23 per cento applica la logica green alla propria struttura da cinque anni o più. Solo il 4 per cento non ha ancora dotato la propria struttura delle caratteristiche necessarie per gravare meno sull’ambiente.

Fa bene all’ambiente e anche al portafoglio degli albergatori. Non solo si registrano benefici da un punto di vista eco, ma anche da un punto di vista economico. Tra le motivazioni che spingono i proprietari degli hotel ad essere green più della metà (60 per cento) ha infatti registrato una  riduzione  della spesa sui consumi, e solo un albergatore su dieci non crede che l’attenzione verso il pianeta lo abbia aiutato ad aumentare il proprio business.

Ospiti e albergatori: pratiche a confronto. Per contribuire a ridurre il proprio impatto ambientale gli albergatori italiani hanno adottato varie pratiche. La più comune risulta l’installazione (per il 94 per cento del campione) di lampadine a risparmio energetico, pratica seguita dal programma di riutilizzo della biancheria in camera (62 per cento) e dall’uso di prodotti per la pulizia non tossici (58 per cento). Ma non mancano l’uso di energia geotermica, l’installazione di pannelli solari e di inverter, l’utilizzo di carta riciclata e la raccolta differenziata.

Ma se questi sono gli sforzi degli albergatori, che dire degli ospiti? Interrogati su chi siano gli ospiti più green la maggioranza degli albergatori (65 per cento) indica i tedeschi, seguiti dagli inglesi. Terzo posto per i francesi e appena quarto per gli italiani, che in classifica riescono a superare solo gli spagnoli.

*l’indagine è stata realizzata su un campione di 52 strutture, 49 delle quali hanno dichiarato di avere già messo in atto pratiche ecosostenibili

[foto: HotelTonight – Hotel NH Leonardo da Vinci – Roma]

Vi consigliamo anche