Settimana bianca a Sestriere: alla scoperta del patrimonio culturale della Val di Susa

Sestriere non è solo una meta privilegiata per gli amanti degli sport invernali, ma anche un punto di partenza ideale per scoprire le attrazioni culturali della Val di Susa

Sestriere è un vero e proprio paradiso per gli amanti degli sport invernali. Eppure non tutti considerano un aspetto che rende il piccolo comune piemontese ancora più prezioso: la sua posizione privilegiata ne fa il punto di partenza ideale per le escursioni più affascinanti sul territorio della Val di Susa, il che arricchisce notevolmente l’offerta turistica locale. Ecco allora una breve panoramica su alcuni dei suoi monumenti storici più interessanti, che offre qualche spunto utile per chi vuole trasformare la propria settimana bianca a Sestriere in un’esperienza entusiasmante anche dal punto di vista culturale.

Iniziamo dalla Sacra di San Michele, una bellissima abbazia romanica originaria del X secolo. Ubicata in cima al monte Pirchiriano a Sant’Ambrogio di Torino, la Sacra può essere raggiunta tramite la strada di Chiusa San Michele o il percorso di Sant’ Ambrogio. Entrambi terminano ai piedi di una scalinata ripida, che conduce i visitatori all’ingresso del monumento, immergendoli progressivamente in un’atmosfera dai toni mistici e suggestivi. Una volta giunti all’ingresso della struttura, ubicato a circa 1000 metri di altitudine, si può godere di una vista impareggiabile sulla Val di Susa, le Alpi, Torino e le sue colline. L’interno della Sacra è anch’esso d’impatto, con la sua cornice di mura diroccate e le collezioni di affreschi e dipinti dedicati a San Michele.

Proseguiamo con il Forte Di Exilles, ovvero uno dei maggiori sistemi di fortificazione presenti in Piemonte, insieme a quelli di Fenestrelle e Vinadio. Si tratta di un complesso estremamente interessante, gestito dall’organizzazione comunale di Exilles, che cerca di valorizzarne gli spazi con mostre ed eventi a tema. Al momento, è aperta al pubblico solo una parte del complesso – il sottotetto e alcune stanze –  che possono essere esplorate con visite guidate gratuite. Il sito si trova al centro di una strettoia di Exilles, nell’alta Valle di Susa, e anche in questo caso ci si troverà davanti panorami di grande bellezza.

Infine, non può mancare all’appello il Museo Forte Bramafam, il monumento di maggiore interesse di Bardonecchia, a sua volta fra le destinazioni di punta di Yalla Yalla e gli altri portali per le vacanze invernali. Il monumento è stato riportato in vita dopo un grande lavoro di ristrutturazione, che ne ha riqualificato gli ambienti interni, trasformandoli in preziose sale espositive dedicate al tema della guerra. I visitatori potranno ammirare divise, cimeli, ricostruzioni minuziose della vita militare degli ultimi due secoli e diversi documenti e oggetti d’epoca originali.

I luoghi citati hanno la peculiarità di fondere il fascino della storia con la magia dei paesaggi valsusini, ma ovviamente sono solo i primi di una lunga lista di monumenti che si possono scoprire durante una vacanza in questo splendido lembo di terra. Per una panoramica più completa, si suggerisce di consultare il sito del turismo della valle.