0 Shares 35 Views
00:00:00
12 Dec

Viaggi: alla scoperta dei Tuareg

LaRedazione
18 gennaio 2014
35 Views
Viaggi: alla scoperta dei Tuareg

Partire alla scoperta del popolo dei Tuareg in un viaggio lungo la zona sahariana, è un’avventura unica che tutti coloro i quali sono affascinati dal continente africano dovrebbero fare.

I Tuareg sono un popolo nomade che vive nel deserto del Sahara il più grande deserto nel mondo. In alcune particolarissime zone del deserto, si alzano rigogliosi massicci granitici come per esempio quello di Hoggart, in Algeria, dove i Tuareg sono soliti soggiornare nella maggior parte dell’anno.

Questo straordinario popolo viene anche definito degli ‘Uomini blu‘, per via del copricapo e delle vesti che usano per proteggersi dal caldo soffocante e dal sole cocente; sono uomini eleganti e orgogliosi e grazie al loro portamento regale vengono anche definiti come i principi del deserto. Ai Tuareg spetta anche il merito di aver introdotto l’utilizzo dei dromedari, animali resistenti, ideali per lunghi trasferimenti e utili fornitori di latte.

Sono una popolazione nomade di natura che con l’ordinamento moderno algerino sono però stati costretti a eleggere una residenza fissa, trovata proprio nel massiccio di Hoggart, una terra fantastica che sembra uscita da un libro delle favole. Qualcuno disse che in questo massiccio la Terra è stata cambiata con la Luna, tanto è vicina la sua conformazione con quella del nostro satellite.

Tam è la loro città principale e si trova a ben duemila chilometri di distanza dalla capitale Algeri, verso sud, ed è qui che fanno sosta ormai migliaia di turisti che ogni anno visitano questi luoghi per conoscere da vicino uno di questi splendidi principi del deserto.

Si narra che i Tuareg per essere felici, avessero soltanto bisogno di un cammello, una stella e una tenda e tutto il resto aveva poca rilevanza.
Rispetto ad oggi i Tuareg hanno subito una trasformazione radicale, infatti un tempo, vivendo negli accampamenti nel deserto e organizzati in caste, la loro fonte di sopravvivenze era rappresentata principalmente dagli assalti alle carovane di mercanti che dal Sudan risalivano il deserto per arrivare al mare, porto di scambio per le merci.

Gli assalti erano molto violenti, i Tuareg utilizzavano fucili da combattimento per far fuori i viandanti e rappresentavano uno dei principali pericoli per chi decideva di intraprendere quel viaggio.

La società Tuareg tradizionale è molto gerarchizzata. Al suo interno si distinguono diversi livelli (caste). In particolare, le tre classi principali sono: gli appartenenti alle tribù nobili, i “tributari”, gli appartenenti a tribù vassalle e gli schiavi negri. I nobili costituiscono la classe più pura.

Oggi i Tuareg sono una comunità organizzata che sta sfruttando l’arrivo del turismo a loro favore. Sono infatti uomini Tuareg le guide turistiche che, con le loro tipiche tuniche color blu intenso tinte con la porpora, accompagnano i turisti a visitare i luoghi simbolo della loro vita.

Andare alla scoperta dei Tuareg significa dunque,  fare un viaggio in una dimensione affascinate e unica.

Vi consigliamo anche