Viaggio a Procida, sulle tracce del film Il Postino

Un viaggio alla scoperta dei luoghi legati al film che ebbe cinque prestigiose nomination ed un Oscar nel 1995 per la miglior colonna sonora

Nostalgico e sincero lo sguardo dell’ultimo Massimo Troisi in Il Postino, pellicola del 1994 girata nel maggio dello stesso anno sull’isola di Procida. Seguendo i luoghi che fecero da sfondo ad un film cult di quegli anni, si va alla scoperta di quell’isoletta che sorge in un arcipelago da sogno, al cospetto di Napoli.

Buona parte degli esterni nel film sono stati a Marina Corricella, una delle contrade più importanti dell’isola. L’atmosfera che ricorre – anche oggi – è quella del mercato del pesce, dei pescatori e delle loro barche ancorate, nonché l’odore delle trattorie che cucinano il pescato di giornata.

Procida vista panoramica

Procida, vista panoramica – Foto: Corriere.it

Nelle inquadrature della celebre pellicola, si riconosce la Chiesa della Madonna delle Grazie che svetta con la sua inconfondibile cupola, senza tralasciare la spiaggia, affollata nei periodi più caldi dell’anno ma piacevole anche a settembre ed ottobre, un altro punto strategico e di rara bellezza e che fa da sfondo anche a qualche scena dove appaiono i protagonisti.

Insegne sul litorale isolano ricordano il set cinematografico il Postino

Insegne sul litorale isolano ricordano il set cinematografico – Foto Culturaeculture.it

Nella trama che vede Massimo Troisi nel ruolo del postino Mario, al lavoro con la corrispondenza per il poeta Pablo Neruda (Philippe Noiret) ospite dell’isola, sono anche altri i luoghi cult da non perdere per rivivere le atmosfere ed i ciak più memorabili. Uno fra questi è senz’altro nei pressi e all’interno della locanda oggi guarda caso chiamata Locanda del Postino che non solo conserva cimeli come la borsa ed il cappello utilizzati sul set dall’attore partenopeo ma resta il luogo dove Maria Grazia Cucinotta (nel ruolo di Beatrice), quasi al debutto sul grande schermo d’autore, gira la scena più delicata e romantica con Troisi. Oggi, la locanda riprende il tema del film in ogni sua area e serve – ancora – pesce, come sul set.

Locanda il Postino a Procida

Locanda il Postino a Procida – Foto: ViaggiareOltre

Ed infine, come dimenticare la bellissima casa del poeta cileno. Ma qui c’è il colpo di scena visto che la produzione non scelse Procida per la dimora di Neruda bensì Salina, una delle perle delle isole Eolie siciliane. E l’occasione è ghiotta allora… per un altro viaggio.

La casa di Neruda, sull'isola di Salina, Eolie

La casa di Neruda nel film, sull’isola di Salina nelle Eolie – Foto TurismoEolie.com

[foto: associazioneladolcevita.files.wordpress.com]